javascriptNotEnabled
Home / Video /

Leak comuni (pt 2)

 
 
2. Chiamare con l'intenzione di foldare ad un'altra bet
 
 
"L'arte della guerra ci insegna a confidare non alla probabilità che il nemico non arrivi, ma alla nostra prontezza nel riceverlo; non nella possibilità che non ci attacchi, ma piuttosto sul fatto che abbiamo reso la nostra posizione inaccessibile."(Sun Tzu)

Questa è una situazione comune di quando giochiamo contro avversari nitty che si mettono spesso in set mining, noi abbiamo un'overpair ed abbiamo paura di essere check-raisati. Questa è una leak molto comune, dovuta al generale "rivaluto al turn/river". Ovviamente non vuol dire che chiamare perrivalutare nelle streets successive sia sbagliato, non lo è in moltissime circostanze. Non vuol dire nemmeno che dobbiamo foldare se check-raisati, vuol dire soltanto che, se pensiamo di foldare ad una second barrel, è molto meglio passare prima, anziché bruciare dei soldi.
Immaginiamo di essere sul bottone contro un giocatore nit. Noi abbiamo AA, rilanciamo 4.5x ed il nitty ci chiama. Al flop scendono 268 monotone, il nit checka, noi puntiamo 10BB ed il nit ci rilancia a 22BB. Dobbiamo capire come siamo messi contro il suo range. Ma se crediamo di essere sotto, non chiamamo la sua bet. Potremmo essere tentati di chiamare per vedere il turn, ma probabilmente non cambierà nulla e subiremo un'altra bet. Il nit passerà alla nostra c-bet ogni volta che non avrà preso il suo set. Quindi è molto meglio passare ora e conservare 12 BB. Immaginiamo di chiamare 5 volte una bet come questa su 1000 mani, con l'intenzione di passare ad una bet successiva. Nel miglior caso perderemo 10-15BB ogni volta che lo facciamo (e parliamo solo del flop, senza considerare le volte che lo facciamo al turn per vedere il river). In pratica, andremo a perdere circa 60BB su 1000 mani!

 
 
3. Errori comuni sulle 3-bet/4bet: rilanciare il continuation range di uin giocatore tight.
 
 
"In guerra, la migliore strada è evitare ciò che è forte ed abbattere ciò che è debole" (Sun Tzu)

La maggior parte delle leak che rientrano in questo campo vengono dagli MTT. Essendo molto commentate in TV, le 3bet sono diventate una mossa standard, e la maggior parte di questi errori li commette chi gioca principalmente MTT. La differenza sostanziale è che negli MTT i giocatori non sono sempre deep come nel cash game, e che generalmente diventa un gioco preflop, con conseguente riduzione dell'edge. Scriviamolo ancora una volta: più grande è l'SPR, più conta l'edge. Sostanzialmente, quando abbiamo valore ma non siamo col top del nostro range, vogliamo giocare piatti non troppo grandi perché ciò ci consente di utilizzare la nostra edge postflop e di giocare contro un range più ampio.
In generale, possiamo dire che le 3bet e le 4bet non sono automatiche: dipendono dalle situazioni. Ogni giorno leggiamo di persone che dicono "Hai AK, 3betta" o "Hai KK, 4betta". 3Bettare AK su un avversario che rilancia da early position è discutibile, così come 4bettare KK. Dobbiamo tenere in considerazione tutti i parametri, capire il range dell'avversario, la sua percezione (se ne ha una) del nostro range, le consequenze che il rilancio avrebbe su entrambi...Più in generale, dobbiamo avere un piano per il proseguio della mano. Possiamo anche 4bettare AK, ma foldare ad una 5bet-push sarebbe terribile, al punto che sarebbe meglio farlo in bluff con mani come 72, o A3 per il blocker.

 
 
Conclusioni generali
"Le tattiche militari sono come l'acqua; l'acqua, nel suo corso naturale, scorre dai posti alti verso il basso. L'acqua forma il suo corso in base alla natura del terreno sul quale scorre; il soldato trova il modo di vincere in base al nemico che sta fronteggiando. Di conseguenza, come l'acqua non ha un corso stabile, così in guerra non esistono condizioni costanti. Colui che sa modificare la sua tattica in relazione all'avversario e riuscirà a vincere, potrà essere definito un capitano divino." (Sun Tzu)

Gli errori di cui abbiamo parlato, specialmente il puntare per informazione ed il 3bettare/4bettare senza un piano, derivano dalla stessa causa: la pigrizia o la paura di assegnare un range all'avversario. Leggendo sui forum, sui libri, guardando video ecc., si può iniziare ad uscire da questa "gabbia" che ci fa giocare soltanto in base al valore assoluto della nostra mano. E' ovvio che KK è una buona mano, come lo è TT. E' anche vero che KK, su un 3bettato e con flop A45 è, a volte, battuto. Però dobbiamo andare oltre questi pensieri basilari ed iniziare ad avere "un piano": dobbiamo pensare in termini di range. E' vero che giocare automaticamente è molto più semplice, ma così perdiamo molto valore al tavolo, e noi non giochiamo di certo per questo.

 
Tratto dal forum twoplustwo
Tradotto da Marcellus88

Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso