javascriptNotEnabled
Home / Video /

Leak comuni (pt 1)


Tutti hanno delle leak, e serve molto studio per correggerle completamente. Quelle di cui parleremo sono alcune tra le più comuni, nonché quelle che fanno perdere più soldi nel lungo periodo. Le leak di cui parleremo non sono quelle che hanno i fish, ma quelle che fanno perdere molti soldi a giocatori regular con un decente livello di base.

1. Puntare per informazione
 
‎"Non muoverti fin quando non vedi un vantaggio; non usare le tue truppe fin quando non c'è qualcosa da guadagnare; non combattere fin quando la situazione non è critica. Se è a tuo vantaggio, fai un passo in avanti; se non lo è, rimani dove sei" (Sun Tzu)

Molto spesso leggiamo o sentiamo dire "Punto per vedere dove sto nella mano". Questo è un modo sbagliato di pensare, che nel long run può portarci grosse perdite.
Generalmente, sono due i motivi accettabili per cui puntare:
- per valore, ovvero quando crediamo che la nostra mano possa battere il range dell'avversario.Ciò non vuol dire che siamo sopra tutte le mani che potrebbe avere il nostro avversario; semplicemente, battiamo la maggior parte che il nostro avversario potrebbe avere. Possiamo restringere questo range tenendo in considerazione l'action dell'avversario, il board, le informazioni che (dobbiamo) avere su di lui e le sue statistiche. Generalmente, la bet per valore è relazionata anche ad un altro scopo: la protezione della nostra mano, per impedire che il nostro avversario legare economicamente un punto che possa scoppiarci;
- in bluff, con l'obiettivo di far foldare mani migliori della nostra. Non molto consigliato ai microlimiti, è comunque una mossa molto efficiente contro gli avversari giusti. Quando bluffiamo, dobbiamo essere sicuri di farlo contro una mano che ci batte, aiutandoci con un board che ce lo permette e con il fatto che pensiamo che il nostro avversario possa spesso foldare il suo range (sfruttando, ad esempio, le scary card).
E le informazioni? Beh, puntando in due, tre casi, riusciamo a prendere informazioni accidentalmente. Ci aiuta anche a restringere il range del nostro avversario. Ma non deve MAI essere l'unico motivo per cui puntiamo. La ragione principale è che il poker è un gioco di informazioni incomplete (anche per questo si insiste sulla nozione di range). Generalmente, chi punta per informazione lo fa per cercare di dare una mano precisa all'avversario. Ma è una cosa che non si può fare.
Facciamo un esempio: abbiamo KK sullo SB e 3bettiamo un aggro fish che apre 60% da MP. Chiama velocemente, ed al flop scendono A47r. Gli stack effettivi sono ora di 45BB, il pot è di 24 (beh, in questo caso la size della 3bet era abbastanza brutta), pensiamo per un po', puntiamo 15BB, oppo shova e noi ista-foldiamo. In questo caso abbiamo puntato solo per informazione. Abbiamo essenzialmente trasformato la nostra mano in un bluff. Abbiamo pensato che il il range del nostro avversario potesse essere più ampio di Ax, quindi avremmo dovuto bet-callare per valore. Oppure check-callare per indurre il nostro avversario al bluff. Il bluff qui è terribile, perché non veniamo chiamati da nessuna mano che battiamo e veniamo pushati da tutte le mani che ci battono. Abbiamo quindi missato i due motivi per puntare. Bet-foldando non abbiamo ottenuto niente, perché ci siamo rifiutati di dare al nostro avversario un range con il quale stiamo puntando per valore, e non stiamo nemmeno bluffando perché se l'avversario folda, vuol dire che ha foldato una mano peggiore della nostra (come una pocket pair più piccola). E non sappiamo ancora se ha l'A o no. Ovviamente, le stesse considerazioni possono essere fatte per quanto riguarda il raise per informazione.

Si può essere d'accordo o no, ognuno ha la propria opinione e la propria percezione del range dell'avversario. Ma una volta che mettiamo il nostro avversario su un determinato range, dobbiamo agire di consequenza e decidere quando puntare, rilanciare, foldare o chiamare in base alle aspettative che abbiamo contro questo range. Se pensiamo di foldare ad un raise, la nostra bet non ha aspettative positive. Non possiamo decidere solo dopo aver puntato se il nostro avversario "ce l'ha oppure no", semplicemente perché non possiamo saperlo, ed in questo modo perderemo un sacco di soldi.

 
Tratto dal forum twoplustwo
 
Tradotto da Marcellus88

Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso