javascriptNotEnabled
Home / Video /

Le due domande più comuni che si pongono i giocatori dei microlimiti (parte 3)

Clicca qui per la prima e la seconda parte dell'articolo
 
Una situazione simile si applica al dibattuto sul 6-max vs il full-ring. Sento spesso giocatori di 6.max che consigliano a giocatori di full-ring il passaggio al gioco shorthanded, in modo che "possano apprendere le skill fondamentali del poker". È vero, ma si tratta soltanto di una faccia della medaglia. In verità, sia il 6-max che il full-ring danno insegnamenti ad un giocatore di poker. Insegnamenti diversi, ovviamente. Un giocatore di 6-max apprenderà rapidamente queste skill:
1. Difendere i blind (nel 6-max ci troveremo molto più spesso sui blind)
2. Attaccare i blind (proporzionalmente, ci saranno molte più possibilità di steal)
3. Giocare piatti in heads-up (capita molto spesso di giocare un piatto in heads up nel 6-max)
4. Small ball (la maggior parte delle volte, i giocatori non avranno una mano molto forte, quindi i piatti piccoli sono la norma, e non l'eccezione)
5. Giocate loose (giocando più spesso, ci troveremo frequentemente coinvolti in un piatto)
6. Spingere anche con il più piccolo vantaggio (in una tipologia di gioco dove generalmente vincono molte mani non troppo forti, non possiamo aspettare il nuts per lottare per un piatto)

 
D'altro canto, il full-ring sviluppa un set di skill differenti:
1. Pazienza (nel full-ring le mani si vincono meno frequentemente, e bisogna avere la capacità di aspettare la mano giusta)
2. Vantaggio della posizione (essendoci 9 giocatori anziché 6, la posizione diventa ancor più importante nelle decisioni)
3. Multi-way (è molto più comune, nel full-ring, che tre o più persone decidano di entrare nel piatto, e quindi sono necessari degli aggiustamenti)
4. Protezione delle mani e punizione dei draw (quando leghiamo una mano forte, proteggerla dai draw è di fondamentale importanza; non vogliamo che il nostro avversario foldi il draw immediatamente, piuttosto dobbiamo cercare di farli pagare un prezzo alto per difenderlo)
5. Implied odds (quando floppiamo un draw, dobbiamo sapere quando vale la pena chiamare e quando no. Una valutazione realistica delle implied odds è una delle armi più potenti che possa avere un giocatore di cash game full-ring)
6. Spingere quando si ha un grosso vantaggio (un giocatore full-ring deve riuscire ad estrarre il massimo valore dalle monster hand, in quanto queste mani avranno un peso infinitamente maggiore rispetto al gioco 6-max)
 
Potrete notare come le skill del gioco TAG e quelle del full-ring siano molto simili, e lo stesso vale per il gioco LAG ed il 6-max. In parole povere, un giocatore di full-ring adotterà uno stile TAG per avere il massimo successo, così come un giocatore 6-max preferirà uno stile LAG per aumentare la sua win rate. Tuttavia, se avete avuto modo di provare tutti e quattro gli stili, riuscirete a cambiare stile su un tavolo, per un'orbita o anche solo per una mano. Se state giocando TAG in un tavolo full-ring, e tutti foldano fino a voi che siete sullo SB, potrete adottare una strategia short-handed per rubare il buio in questa mano. Se state giocando LAG ad un tavolo 6-max e 5 giocatori vedono il flop, una strategia TAG come quella che adottereste nel full-ring è più indicata. In questo caso, con 5 calling station al vostro tavolo, non ha senso cercare di sfruttare la vostra (inesistente) fold-equity.
 
Tratto dal forum twoplustwo
Tradotto da Marcellus88
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso