javascriptNotEnabled
Home / Video /

La strategia ai tavoli tight (parte 1)

Così come i tavoli loose, anche i tavoli tight possono essere estremamente profittevoli per i giocatori che prendono i giusti accorgimenti.
 
In questo caso, gli aggiustamenti maggiori da apportare al gioco riguardano l'evitare le situazioni difficili nel postflop. In questo articolo vedremo proprio come sfruttare al massimo le debolezze dei tavoli tight.
 
Innanzitutto, dobbiamo capire che tipologia di giocatore tight stiamo affrontando, il suo range di mani di partenza ed il loro stile di puntata prima e dopo il flop. Quindi vedremo come i giocatori tight influiscono sulla nostra hand selection e sulle decisioni postflop, ed infine parleremo della posizione relativa a certe tipologie di avversari tight.
 
Cosa è un tavolo tight?
Viene definito giocatore tight un giocatore che utilizza un range molto ristretto di mani di partenza. La caratteristica principale del tipico giocatore tight è che, una volta entrato nel piatto, difficilmente vuole mollare la sua mano nelle street successive - perché generalmente entrerà in gioco soltanto con mani molto forti. Proprio per la forza della loro mano, che hanno atteso pazientemente per tanto tempo, questi giocatori sono spesso disposti ad arrivare allo showdown con AK senza aver legato nulla, a meno che non siano sicuri al 100% di essere battuti.
 
Come regola generale, possiamo dire che un giocatore tight entrerà in gioco soltanto con mani molto forti, e sarà restio a foldarle nel prosieguo della mano.
 
Ovviamente non tutti i giocatori tight sono uguali, ma una caratteristica che sicuramente li accomuna è il valore delle mani con le quali entrano in gioco nel preflop.
 
Possiamo aspettarci che un giocatore tight decida di continuare la sua aggressione su moltissimi tipi di flop, ma spesso rallentano - ed abbandonano la loro mano - quando scende una scary card (ad esempio, hanno QQ ed al turn scende un A).
 
Nella prossima parte dell'articolo vedremo come adattare la nostra strategia a questi giocatori, e vedremo come la posizione relativa (ovvero la nostra posizione rispetto a questi giocatori) possa essere un fattore chiave nell'aumentare la nostra win rate.
 
Tratto da www.thepokerbank.com
Tradotto da Marcellus88
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso