javascriptNotEnabled
Home / Video /

La second barrel (parte 1)

Abbiamo effettuato la nostra continuation bet al flop, ma sfortunatamente il nostro avversario non ha mollato la propria mano, e ha deciso di chiamarci. Adesso ci troviamo nella scomoda situazione di aver visto scendere una carta che non volevamo al turn, e dobbiamo scegliere un nuovo piano d'azione. Cosa facciamo?
 
La second barrel è l'arte di continuare la nostra aggressione anche al turn. Si tratta d una strategia avanzata, ed i rischi nell'effettuarla sono alti, perché dovremo inevitabilmente puntare più di quanto abbiamo fatto al flop. Per questo, dobbiamo essere quasi certi che sia la mossa corretta da fare. In questo articolo spiegheremo le basi di una second barrel di successo.
 
Errore 0: commettere errori nella continuation bet
Molte delle situazioni peggiori al turn si verificano perché non abbiamo una buona strategia di c-bet. Se non abbiamo un piano al flop, ed effettuiamo una c-bet sperando che le cose vadano per il verso giusto, cosa possiamo aspettarci che accada?
 
Una buona strategia sulla c-bet è fondamentale per questo articolo. Così come prima di correre dobbiamo imparare a camminare, prima di studiare la second barrel dobbiamo avere una buona conoscenza strategica della c-bet.
 
Le basi della second barrel
1. Non avventuriamoci nell'effettuare una second barrel contro una calling station.
Effettuare una second barrel contro uno di questi avversari è divertente, se vogliamo regalargli dei soldi. Se non volete farlo, ricordate la regola d'oro secondo la quale il nostro bankroll scenderà rapidamente, se cerchiamo di bluffare qualcuno che non folda mai.
 
2. Le read, come al solito, sono importanti. Ovviamente, sapere che al nostro avversario piace floatare al flop sarà per noi un grande aiuto, così come sapere che non continuerà a giocare se non con una buona mano.
 
3. Evitiamo la second barrel, se non abbiamo almeno un po' di equity. Quando stiamo effettuando una second barrel, la stiamo effettuando in bluff o in semibluff. Perciò, per attutire le volte in cui verremo chiamati, è sempre meglio farlo quando abbiamo un po' di equity, in modo che abbiamo ancora possibilità di vincere la mano.
 
4. Effettuiamo la second barrel su turn che possono spaventare il nostro avversario. Questo è il punto chiave della nostra strategia. Se la carta al turn spaventa il nostro avversario, le possibilità che decida di passare la sua mano di fronte a una nostra bet aumentano.
 
5. Puntiamo anche quando miglioriamo la nostra mano al turn. Lo faremo perché in questo modo potremo bilanciare le volte che puntiamo in semibluff. Effettuando una second barrel soltanto quando siamo in bluff o semibluff ci renderà exploitabili; inoltre, il nostro avversario sarà meno propenso a credere che abbiamo legato qualcosa, e quindi riusciremo ad estrarre valore dalla nostra mano.
 
Tratto da www.thepokerbank.com
Tradotto da Marcellus88
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso