javascriptNotEnabled
Home / Video /

La Value Bet: come massimizzare il valore

Quando abbiamo la mano migliore, vogliamo cercare di estrarre il massimo valore dal nostro avversario. Più soldi riusciamo a vincere con le value bet, più alta sarà la nostra win rate.
 
Il primo passo per riuscire a massimizzare il nostro valore è quello di riuscire a "convincere" il nostro avversario a mettere i soldi nel piatto. E per riuscirci, dobbiamo puntare.
 
Un errore comune quando si punta
L'errore più comune che viene commesso, soprattutto dai giocatori meno esperti, è quello di slowplayare la propria mano ogni volta che hanno un buon punto per indurre l'avversario in trappola. Tuttavia, la maggior parte delle volte stiamo solo dando al nostro avversario l'opportunità di risparmiare soldi.
 
Le situazioni in cui checkiamo per chiamare l'avversario effettuando uno slowplay, e che ci consentono di prendere tutto il suo stack entro il river, sono davvero rare quando si gioca deep stack. Per questo, lo slowplay è una pessima giocata più spesso di quanto si possa pensare - perché non solo non ci permette di estrarre il massimo valore dai nostri avversari, ma in alcuni casi, se utilizzato in maniera errata, potrebbe anche portarci a perdere la mano spendendo molti soldi.
 
Ad esempio, siamo in LP e abbiamo , e decidiamo di chiamare l'apertura di un giocatore da MP. Al flop scendono , un flop bellissimo per noi non solo perché abbiamo settato, ma perché l'A rientra nel range del nostro avversario, e qualora dovesse averlo potremo farci pagare profumatamente. Il nostro avversario decide di c-bettare 3/4 pot, e la parola passa a noi.
 
In questo caso potrebbe essere un errore limitarci semplicemente al call per tenere dentro l'avversario, perché stiamo letteralmente lasciandoci sfuggire la possibilità di aumentare le dimensioni del piatto, con quella che quasi sicuramente è la mano migliore. Inoltre, se il nostro avversario dovesse davvero avere l'A, al turn ed al river potrebbero scendere delle scary card che lo potrebbero indurre a non investire più molto denaro in questa mano.
 
Forse potreste pensare che con un raise potremmo spaventare l'avversario e farlo foldare già al flop, ma proviamo a ragionare: pensate che, se dovesse foldare al flop, potrebbe essere disposto a pagarci nelle strade successive?
 
La value bet al river
Ammettiamo di essere gli ultimi a parlare al river, con buone possibilità di avere la mano migliore. Nel piatto ci sono €100, e dobbiamo decidere quanto puntare.
 
Ammettiamo pure che, se dovessimo puntare €20, il nostro avversario ci chiamerebbe 7 volte su 10, e se puntassimo €100 ci chiamerebbe 2 volte su 10. Se ripetiamo questo scenario 10 volte, vedremo che con la puntata di €20 vinceremo €140 (€20 x 7 volte), mentre con la puntata di €100 vinceremo €200 (€100 x 2 volte).
 
In pratica, ogni 10 volte che giocheremo questa mano, vinceremo €60 in più nonostante l'avversario ci chiami meno spesso.
 
Tratto da www.thepokerbank.com
Tradotto da Marcellus88
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso