javascriptNotEnabled
Home / Video /

La Double-Barrel

Una double-barrel è una seconda continuation-bet, fatta al turn. Bisogna valutare bene quando farla e quando no, specie agli stakes bassi, dove i bluff non funzionano spessissimo.
 

Quando siete fuori posizione, cioè siete i primi a parlare, è più difficile giocare il post-flop. Mettiamo caso che avete rilanciato preflop con AK o AQ e non avete legato il flop. Se state giocando contro un solo avversario, probabilmente c-betterete ma, se venite chiamati, al turn bisogna valutare cosa fare. Se la carta usita al turn non fa migliorare la vostra mano conviene check-foldare: sicuramente non è profittevole ingrandire il piatto con asso carta alta, a meno che il board è assolutamente dry (cioè non pericoloso, tipo Q62) e siete pronti a bettare tutte e 3 le street (flop, turn e river) in bianco, per indurre l'avversario a foldare mani come Q9, Q8, coppie medie, ecc. Se invece il turn migliora la vostra mano, la miglior soluzione spesso è check-callare, a meno che il vostro avversario non sia molto passivo. Check-callando, date l'occasione al vostro avversario di bluffare con mani che battiamo, ma senza ingigantire il piatto in caso fossimo battuti (da set o doppia coppia). Se il vostro avversario è passivo conviene continuare a puntare, ma non più di mezzo piatto, per tenere sotto controllo la dimensione del piatto.

Esempio: rilanciate con AK e il flop è J69. C-bettate e venite chiamati. Il turn è un K. Avete sicuramente migliorato la vostra mano ma non siete sicuri di avere la best hand perché il vostro avversario potrebbe avere doppia coppia KJ o set di 6 o di 9. Potrebbe anche avere AJ, ma proprio per questo è meglio check-callare per indurre lui al bluff.

Se invece siete in posizione e il vostro avversario ha check-callato la vostra c-bet al flop, bisogna valutare molto bene il board prima di decidere di continuare a raisare. Se il flop era drawy (cioè c'erano possibili draw di scala o di colore) e il turn non chiude nessun draw, si dovrebbe continuare a far pressione sull'avversario e quindi puntare. Spesso cmq possiamo checkare dietro e prenderci una free-card (cioè vedere il river senza spendere altri soldi).

Esempio: abbiamo rilanciato con AQ e il flop è stato T64 con un draw di colore. Dopo il check dell'avversario c-bettiamo e veniamo chiamati. Il turn è un K che non chiude il flushdraw e l'oppochecka di nuovo. Qui possiamo sicuramente fare una double-barrel, sia perché non si è chiuso il draw sia perché  il K è una scary-card che possiamo bluffare.  

Quando siete in posizione e l'avversario checka al flop dopo aver chiamato il vostro raisepreflop, potete cbettare più spesso di quando siete fuori posizione, ma se venite chiamati fate attenzione che non stia slowplayando il nuts.
 
Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso