javascriptNotEnabled
Home / Video /

L'onere della Hall of Fame del Poker (di Joao Nunes)


La Hall of Fame del Poker è una galleria riservata ai più grandi nomi del mondo del poker. Ogni anno vengono scelti 10 nomi tramite una votazione pubblica, e sono presentati agli attuali membri (21) della Hall of Fame e ad un gruppo di 20 giornalisti. Queste 41 persone sono coloro che aprono le porte dell'immortalità ad uno o due nuovi membri all'anno.

Il poker è un gioco ad alta varianza. I giocatori arrivano alle stelle e ricadono in un così breve periodo di tempo che mi sembra giusto che solo a quei giocatori che incarnano una serie di ideali venga concesso questo tributo ed un posto nell'ambita Hall of Fame.
Per essere in grado di entrare in questa lista, bisogna aver adempiuto ai seguenti "doveri":

  • Il giocatore deve aver giocato contro avversari di grandissimo livello
  • Quando vengono nominati, devono aver raggiunto l'età minima di 40 anni (questa regola è conosciuta come la Chip Reese Rule, perché Reese è stato il più giovane giocatore ad entrare nella Hall of Fame, quando aveva 40 anni – nel 1991)
  • Deve giocare high stakes
  • Deve giocare costantemente bene e guadagnare il rispetto dei suoi avversari
  • Deve resistere alle prove del tempo
  • Per i non-giocatori, deve aver contribuito alla crescita generale ed al successo del gioco del poker

Come in altri sport, entrare a far parte di questa elite è il prodotto delle prestazioni passate. Tuttavia, negli altri sport, chi è entra nella Hall of Fame si è spesso ritirato da tempo. Il loro lavoro è finito, e la loro reputazione è consolidata.

La Hall of Fame del poker porta con sé un grande peso, perché i giocatori non si ritirano. La loro reputazione, e di conseguenza la reputazione della Hall of Fame, è sempre sotto esame. Diventano idoli per le generazioni future, e diventano più esaminati che mai in base ai loro risultati, attitudini ed attività. Rimangono vulnerabili alla varianza del gioco. Arrivare alle stelle e cadere in basso fa ancora parte della loro vita quotidiana. Chi entra nella Hall of Fame non gioca più solo per sé stesso, ma lo fa anche per quelle milioni di persone che amano il poker tanto quanto loro.
Al poker continuano a servire ambasciatori che siano un esempio, e spero che i nuovi membri possano essere degni dell'eredità dei loro predecessori.
Se potessi decidere, stenderei un tappeto rosso per Daniel Negreanu.


http://www.pokerstarsblog.com/en/blog/joao_nunes_hall_of_fame.jpg

 

Tratto da pokerstarsblog.com
 
 
 
Tradotto da Marcellus88



 

Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso