javascriptNotEnabled
Home / Video /

Jared Tendler: "Demistificare il Tilt" (parte 1)

Jared Tendler è un mental coach di poker che ha coachato oltre 400 giocatori nel corso della sua carriera. Ha  scritto il libro Il Mental Game del Poker, tradotto in italiano dalla Team PokerStars Online Giada Fang e da Marcello Papa. Per informazioni su come acquistare il libro clicca qui.
 
Quando ho iniziato a lavorare nel mondo del poker avevo già un master in consulenza psicologica e migliaia di ore di esperienza nel campo - ma non avevo mai sentito parlare di Tilt. Dopo 6 anni, il Tilt è diventato la parte più importante del mio lavoro di mental coach, oltre ad essere il punto focale del mio libro Il Mental Game del Poker. Nonostante il Tilt possa essere uno dei fattori più distruttivi nel gioco di un poker player, è stato poco il lavoro svolto fino ad oggi per comprenderlo meglio.
 
Da persona che osserva l'industria della psicologia dall'esterno, forse la mia più grande osservazione sul Tilt è che sia sempre stato rappresentato come un'entità più misteriosa di quella che è realmente. Non mi stupisce che il Tilt possa essere così frustrante, perché tutt'oggi è visto come qualcosa di casuale, che non può essere "curato".
 
In realtà, il Tilt è più semplice di quanto possiate pensare, ma per sconfiggerlo è fondamentale conoscerlo meglio. In questo articolo esporrò le più grandi concezioni errate che riguardano il Tilt.

 
Il Tilt è casuale
Uno dei motivi principali per cui il Tilt è visto come qualcosa di misterioso è che i giocatori sono stati portati a credere che accada casualmente, allo stesso modo in cui la conoscenza comune afferma che sia casuale giocare il proprio "A-Game". Nulla di quanto appena scritto potrebbe essere più lontano dalla realtà. Al contrario, il Tilt è assolutamente prevedibile. Il vero problema è che la stragrande maggioranza dei giocatori non ha la minima idea di quali siano i segnali che li avvertono che il Tilt sta per arrivare.
 
La prima cosa che faccio con i miei clienti è quella di lavorare sul loro Profilo del Tilt. Fornisco loro un questionario che li aiuta a comprendere quali sono i fattori che innescano il loro Tilt, cosa succede quando sono in Tilt o quando il Tilt sta per arrivare (cosa dicono, cosa fanno, cosa pensano, come giocano), e come individuare il Tilt prima che raggiunga un livello tale da influire sul loro livello di gioco. Spesso, soltanto conoscere il profilo del loro Tilt è stato sufficiente per riuscire a controllarlo meglio. Per questo motivo raccomando di lavorare costantemente sul riconoscimento del proprio Tilt; questo lavoro gli permette di capire in anticipo quando stanno per tiltare, in modo da riuscire a tornare con meno sforzi ad una condizione di normalità. Inoltre, grazie al Profilo del Tilt, è più semplice tenere traccia dei progressi effettuati. Ad esempio, quando accade qualcosa che solitamente scatena il vostro Tilt - come una bad beat - e non giocate in maniera più aggressiva del solito, avrete la prova dei vostri progressi, piuttosto che limitarvi a "pensare" di averne effettuati.
 
Marcellus88
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso