javascriptNotEnabled
Home / Video /

Isolare un avversario (pt 1)


Questo articolo potrebbe benissimo essere composto da una serie di HH analizzate e che siano d'esempio a chi leggeper capire come effettuale una giocata d'isolamento. Tuttavia, ci sono molti fattori dell'isolare un giocatore che non sono presenti in una HH. Tanto importanti quanto i limper che intendiamo isolare sono i giocatori che devono ancora parlare dopo di noi.
Ecco una linea guida generale da seguire.

1) Capire perché stiamo isolando
Vogliamo isolare un avversario per capitalizzare i quattro vantaggi del poker, che sono il vantaggio della skill (noi prendiamo decisioni migliori del nostro avversario), delle carte (abbiamo una mano che probabilmente è avanti al range avversario), della posizione (la nostra posizione ci permette di massimizzare quando stiamo avanti e minimizzare quando stiamo dietro), dell'iniziativa (anche se non leghiamo, riusciremo spesso a vincere il piatto con una semplice c-bet). Isoliamo giocatori differenti per motivi differenti, e ne segue che dovremmo isolare con range e piani differenti.
Possiamo isolare perché il nostro avversario sbaglia postflop, sia chiamando troppo che foldando troppo. Se folda troppo, non avremo alcun tipo di problema. Se chiama troppo, abbiamo bisogno di avere una mano giocabile, e non possiamo isolare ATC.
Un punto fondamentale è che non faremo passare sempre chi parla dopo di noi (specie gli avversari che hanno posizione su di noi), e quindi dovremmo evitare di isolare col bottom del nostro range.
Possiamo essere molto aggressivi quando isoliamo un giocatore facilmente exploitabile, senza aver bisogno di avere un'ottima posizione. Se, ad esempio, un giocatore scarso è sui blind, noi saremo molto felici di isolarlo da qualsiasi posizione. D'altro canto, dovremmo evitare di isolare "per sport". Rilanciare 62o da bottone perché "ha limpato, è scarso" non è un buon plan.
Prima di iniziare a descrivere le diverse tipologie di giocatori, è bene dire che non è semplice inserire un giocatore in una ed una sola categoria. Dire "chiama troppo" è un'affermazione troppo generale, mentre dire che "gioca push o fold, ma è capace di chiamare con bottom pair+" è una lettura più accurata. Allo stesso modo, dire che "folda troppo" e molto generalizzato, mentre sapere che "chiama su board dry, ma folda molto spesso su board pericolosi, nonostante il mio ampio range" ci fornisce sicuramente più materiale su cui lavorare.

2) Tipi di giocatori
In questa parte andremo ad analizzare due categorie di giocatori, dividendoli ulteriormente in due sottocategorie, cercando di spiegare come agire contro questi tipi di avversari. Questi avversari sono: quelli che foldano troppo (avversari che giocano spesso in set mining o loose passive da push o fold) e quelli che chiamano troppo (reg scarsi sui blind e fish loose passive molto scarsi). In questa prima parte dell'articolo, vedremo come giocare contro chi folda molto.

Quando isoliamo un avversario che folda molto, allarghiamo la nostra saize di raise preflop. Se il loro errore è foldare troppo postflop, la loro leak è mettere troppi soldi nel piatto preflop. Consiglio di fare una size tra il 5 ed il 6x, considerando anche che il 5x viene chiamato molto più spesso. Questi sono i giocatori contro i quali è più facile giocare.
 
Avversari che giocano in set mining
Sono semplicissimi da identificare grazie alle loro stats (9/7 o meno, 80%+ fold to steal, 3%- 3bet...). La cosa più interessante di questi nit è che, nonostante giochino in set mining, non foldano automaticamente la loro pocket 8 se non settano. Possono chiamare una street su un board non scary e foldare se scende una carta pericolosa nelle street successive. Se chiamano su un flop pericoloso e non abbiamo una mano di valore, meglio arrenderci.
 
 
 
Loose passive da push o fold
Questo tipo di avversario è molto comune ai microlimiti. Sono facili da individuare perché limpano molto (ad es 24/5) ed hanno un alto fold to steal (generalmente tra il 50 ed il 70%). Hanno molte SC, 1 gap SC, Axs, broadway, coppie piccole/medie e qualche volta mani molto forti. Contro di loro dovremmo puntare su tutti i flop dry e sui flop in cui leghiamo top pair+. Come contro i nit, possiamo isolarli con un range abbastanza ampio, ma è preferibile avere una mano giocabile nel caso in cui venissimo chiamati.
Inoltre, contro questi avversari dovremmo puntare forte quando abbiamo il punto e puntare poco con aria e stiamo solo cercando di terminare lamano. "OMG, ma così diventiamo troppo explotabili!". Non è vero. O meglio, diventeremmo exploitabili contro chi è capace di exploitare, e questi avversari non lo sono. A loro interessano solo le carte che hanno in mano e le carte che ci sono sul board.

Tratto dal forum twoplustwo
 
 
 
Tradotto da Marcellus88

 
Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso