javascriptNotEnabled
Home / Video /

Il poker live in Danimarca (di Theo Jorgensen)


Sempre più spesso mi trovo a parlare dei "bei vecchi tempi". Provo a non farlo, visto che leggende come Villy Betjent, Momme, Blomsten, Laurinen, Krølle Jens, Hans med Øret, ecc. lo facevano sempre nel 1999 circa, quando ho iniziato a giocare. Non che ci sia qualcosa di sbagliato nel farlo, visto che queste persone ne hanno davvero viste molte. Ma quando senti la stessa storia per la sesta volta, rischi di risultare noioso, ed è quello che vorrei evitare quando apro la bocca.

theo_jorgensen_live_in_denmark.jpg

A quei tempi, molte cose accadevano live. Planet Poker e Paradise Poker erano appena state lanciate, ma i giochi più alti erano abbastanza piccoli, e si giocava solo NL. Ricordo che quando PokerStars decise di aprire, molti pensavano che fosse un'idea idiota.
"Ci sono già due siti di poker..."

Come ho già detto, allora si giocava molto di più live che online. Oggi, invece, non riesco a ricordare l'ultima partita live di cash game che ho giocato in Danimarca. Dovrebbe essere stato quando esisteva ancora la tappa EPT di Copenaghen. I motivi sono diversi. Il più importante credo sia che non viene superato il limite del 5-10, e difficilmente riesci a prendere seriamente queste partite quando sei abituato a giocare ad un limite 10 volte superiore durante le tappe dell'EPT in Europa. Ciò rende ancora più divertente che tre pazzi credessero di poter trovare molti soldi a casa mia, quando non giocavo live in Danimarca da almeno 3 anni.

A dire il vero...Avevo giocato un po' live. Giocavo con alcuni buoni amici quando c'era la Champions League in TV. Alle 20:45 iniziava il nostro sit da 25€, e molti di noi erano più concentrati a guardare la partita che a giocare. Durante quel sit stavamo parlando di un ragazzo che aveva dei problemi col gergo del poker. Le espressioni che conosceva le aveva sentite da un suo amico, che a sua volta le aveva sentite da un suo amico che aveva giocato un torneo da 135€ al casino.

Ad un certo punto, ad uno dei geni viene chiesto "Ma cosa gli facevi in mano?", visto che aveva chiamato una middle pair. La risposta era stata "Gli facevo qualcosa di più piccolo della mia coppia".

Un altro dei miei momenti preferiti è stato quando uno dei miei amici, mostrando le sue carte, ha detto: "Per quanto ne so, questa mano è imbattibile", mostrando i suoi 6 su board 2699J. E sembrava potesse esserlo, finché un altro giocatore, silenziosamente, ha girato 96 prendendo le chips, mentre la faccia del primo era esterrefatta. Questo fatto ha reso il mio mese migliore. Soprattutto considerando che, chi ha perso la mano, aveva una busta di piselli surgelati sulla spalla a causa di un piccolo incidente che aveva avuto qualche giorno prima.

 
Tratto da pokerstarsblog.com
 
Tradotto da Marcellus88



Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso