javascriptNotEnabled
Home / Video /

Il check/raise (parte 2)

Clicca qui per la prima parte dell'articolo
 
Siate abbastanza sicuri che il vostro avversario abbia una mano che possa foldare
Se pensiamo che il nostro avversario abbia una monster, le possibilità che un check/raise lo faccia foldare sono bassissime. Se invece ci troviamo di fronte ad un regular che punta spesso quando viene mostrata debolezza, invece, il check/raise funzionerà molto spesso.
 
Effettuate un raise sostanzioso
Come già detto, il raise deve essere almeno il doppio rispetto alla puntata dell'avversario. Ad esempio, se il nostro avversario punta €5 su un piatto di €10, dovremo rilanciare almeno a €15 (ovvero dovremo effettuare un rilancio di altri €10). Un mini-raise, infatti, sarà efficace meno frequentemente, perché il nostro avversario avrà ottime pot odds per proseguire nella mano.
 
I check/raise sono più efficaci nei piatti piccoli
Più è piccolo il piatto, maggiori sono le possibilità di riuscita di un check/raise in bluff. Il motivo è che, effettuando un grosso raise, daremo al nostro avversario pessime pot odds per migliorare la sua mano. Se al flop non ci sono puntate, possiamo effettuare il check/raise anche al turn, perché le dimensioni del piatto sono rimaste invariate rispetto al preflop.
 
Check/raise in bluff con...
 err_notlogged_required_GreyStar
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso