Si è concluso con la vittoria di Fabrizio Piva il final table del secondo Italian Poker Tour di questa quinta stagione. A Sanremo il giocatore porta a casa una prima moneta da 121.000€ dopo aver raggiunto un deal.

Fra gli otto giocatori giunti al tavolo finale c'erano 5 italiani e 3 stranieri. Gli azzurri fra le loro fila potevano contare su Luigi Pignataro, già vincitore dell'Italian Poker Tour di San Marino, e Gianluca "Blo0dMoNeY" Speranza, che due anni fa si fermava ad un passo dal braccialetto alle World Series of Poker Europe. Tuttavia Fabrizio Piva riesce a far valere il suo vantaggio chiudendo il tavolo finale davanti a tutti, come l'aveva iniziato, battendo in heads up l'inglese Ryad Arslene Belabdelouahab.
 

A inizio giornata il chipcount si presentava così:

1    PIVA FABRIZIO    1,390,000
2    SPERANZA GIANLUCA    1,077,000
3    FERRARI ALESSANDRO    983,000
4    PIGNATARO LUIGI    839,000
5    BRZESKI PAWEL    671,000
6    WYDROWSKI MARCIN    514,000
7    BELABDELOUAHAB RYAD ARSLANE    355,000
8    LONGOBARDI ALESSANDRO    307,000


speranza-ipt-sanremo.jpg
È proprio del runner up il primo raddoppio della giornata, ai danni di Speranza che adopera uno stile di gioco particolarmente aggressivo. In questo spot infatti apre da small blind con a 112.000, ma poi si ritiene committato sul push per 334.000 da parte dello straniero, e decide quindi di andare allo showdown senza fortuna: i due fanti dell'avversario resistono. Ma Gianluca non perde la sua determinazione e subito dopo opta per un push con : apre da bottone a 60.000, Ryad flatta con una coppia di sei e Ferrari prova a vincere il piatto rilanciando a 150.000, ma l'abruzzese pusha per quasi 900.000 facendo desistere gli avversari e tenendosi la seconda posizione del chipcount.

longobardi-ipt-sanremo.jpg
Alex Longobardi trova un facile double up quando openpusha le ultime 100.000 con gli assi trovando il call di Pawel Brzeski che ha solo sul grande buio. Poi il polacco prova a rifarsi pushando da bottone per 382.000, ma Speranza chiama e vince con decretando la prima eliminazione di questo final table con una moneta da 12.440€.

Longobardi trova ancora un raddoppio pushando sull'apertura di Ferrari, che chiama con ma perde il flip. Poi lo stesso Ferrari pusha le ultime 298.000 da small blind con sull'apertura dal cut-off di Speranza che ha una coppia di 10, questa volta però la moneta gira dalla parte di Alessandro che si riporta in carreggiata. Poco dopo Ferrari pusha una coppia di 6 dal bottone e raddoppia ai danni di Piva che aveva chiamato dal grande buio con .

Fabrizio Piva si rifà poco dopo quando 3betta con da small blind a 170.000 l'apertura da UTG+1 di Speranza per 85.000. Su un flop Piva c-betta e poi chiama il push di Speranza che mostra senza trovare fortuna su turn e river rimanendo con sole 264.000 chip, mentre Piva sfonda la soglia dei 2 milioni.
Longobardi perde un flip con contro Wydrowski che ha e trova l'asso al turn, ma poi è sempre un AK a regalargli il raddoppio, questa volta nelle sue mani: col push trova il call di Ferrari per 120.000 che ha però solo . Ancora un push di Alex, questa volta con una coppia di 4, che trova il call di Speranza con , e il "Doge" sale ancora.

Gianluca Speranza termina qui il suo torneo: pusha da UTG 169.000 con , ma Belabdelouahab chiama con una coppia di cinque e sul board non c'è nessuna sorpresa: "Blo0dMoNeY" termina settimo per 16.700€.

È la volta di Longobardi: per lui il push è di 570.000 con , ma Pignataro domina la sua mano con . Il campano è sesto per 22.000€.
 
pignataro-ipt-sanremo.jpg
Belabdelouahab trova il raddoppio con una coppia di 4 vincendo il flip contro di Ferrari, poi segna con un cooler il torneo di Pignataro: l'inglese ha due assi e il romano coppia di re. Pignataro rimane con 3 bui e trova poco dopo l'eliminazione per mano dello stesso avversario. Quinto posto e 27.700€ di premio.

Il susseguirsi di eliminazioni decreta la quarta piazza di Marcin Wydrowski, lo straniero pusha mezzo milione con una coppia di nove, trova il call di Piva che ha un asso e un 7, però l'asso cade sul board e il quarto posto vale a Marcin 34.000€.

Finisce il torneo anche per Alessandro Ferrari: il gradino più basso del podio arriva con una mano sfortunata. L'azzurro pusha da grande buio per 1,4 milioni con sull'apertura di Benabdelouahab (SB), il quale però chiama con . Al flop cade un che sarà fatale. Per Ferrari terzo posto e 44.200€.

ipt-sanremo-headsup.jpg
I due finalisti optano per un deal, a Piva vanno 100.000€, allo straniero 89.600€, e si gioca l'heads up per i restanti 21.000.
L'azzurro prende il largo quando chiude un colore al river, l'avversario però giocava in bluff e si arrende senza pensarci su due volte sul check-push. Il Main Event termina quando i due finiscono ai resti preflop nella mano decisiva: apre Belabdelouahab da bottone a 175.000 con , Piva 3betta a 475.000 da grande buio con , l'inglese pusha per 1.875.000 e c'è il call. Board liscio, e Fabrizio Piva è il nuovo campione dell'Italian Poker Tour.
 
fabrizio-piva-ipt-champion.jpg