Come ampiamente previsto nell'aggiornamento precedente, c'è voluto un bel po' di tempo prima che fosse completo il quadro degli otto finalisti che giocheranno per una prima moneta da 220.000 CHF e per il titolo di vincitore dell'Italian Poker Tour quinta tappa, quarta stagione che chiuderà oggi in serata a Campione

R Manuel Kovsca   DSC_7268.jpgLe eliminazioni sono proseguite con il contagocce e c'è stato bisogno di giocare durante le ore piccole per stabilire i magnifici 8.

Ci eravamo lasciati poco prima dell'eliminazione di Daniele Mazzia. Ottimo torneo per il ligure tornato ai fasti dei giorni migliori. Nella mano della sua uscita Daniele 3betta sull'apertura di Petta da early a 33.000, per circa 92.000, la palla torna a Petta che pusha coprendo lo stack di 350.000 di Mazzia il quale snappa con , Petta probabilmente non si rende conto che Mazzia in questo colpo è committato e non può foldare, tanto è vero che si presenta allo showdown con e trova two pair tra turn e river. Mazzia, amareggiato, è out al 12° posto per 9.872 CHF.

Circa una mezzora più tardi è il turno di Davide Quadri in una dinamica simile a quella che è costata l'eliminazione a Mazzia. Montini apre da bottone a 25.000 con Ax Kx, Quadri 3betta da BB a 62.000 con una coppia di 8 e Montini pusha per lo stack minore di Quadri, circa 400.000.

Quadri chiama e assiste alla caduta di un Kx al flop e, dopo turn e river bianche, lascia il torneo all'undicesimo posto anch'egli per 9.872 CHF.

Si forma il tavolo finale a 9 quando perdiamo a inizio livello numero 23 ( ante 3.000, small blind 10.000, big blind 20.000 ) il penultimo straniero in gioco. Il solito Petta apre da BTN a 45.000, Heinsford pusha subito dopo di lui per 450.000 gettoni con Kx Qx, Slanzi chiama da grande buio con una coppia di 8 e trova addirittura full house su un board 8x Tx Jx 5x 5x. Per il tedesco decimo posto e 13.400 CHF.

R Manuel Kovsca  DSC_7415.jpg

Davide Quadri, un cognome una garanzia

 

L'uomo bolla del tavolo finale è invece il rumeno Alin Pandilica che esce in nona posizione quando Bulgari apre per 60.000 in mini raise, Pandilica shova per 400.000 con , chiamato dall'italiano con . Un asso al flop e un 8 al turn decretano l'eliminazione del rumeno per 13.400 CHF.

ALIN%20PANDILICA.jpeg

Alin Pandilica, l'uomo bolla del final table

 

Ecco il chipcount di partenza del tavolo finale:

DAVIDE SLANZI 1.957.000
VITO PLANETA 1.717.000
GIUSEPPE ESPOSITO 1.458.000
ROBERTO FINOTTI 1.268.000
MASSIMO BULGARI 1.202.000
ANDREA MONTINI 1.023.000
FEDERICO GRANARA 598.000
CIRO PETTA 391.000

I profili del Tavolo Finale