E anche il day 1B dell'Italian Poker Tour di Campione è sui libri. Sommati ai 105 giocatori della giornata di ieri, i 280 players iscritti al day 1B hanno formato un field totale di 385 iscritti, che hanno originato un prizepool totale di 892.545 CHF che solo i 56 più bravi e fortunati riusciranno a spartirsi a cominciare il Day 2.

Di loro solo 136 sopravvivono alla tagliola del Day 1B che, coi 44 del Day 1A fanno un totale di 180 players left.

Kovats12.jpgCadono scalpi dorati anche durante gli ultimi 3 livelli di giornata.
Leo Cucchiarini esce in all in preflop a favore di Ferdinando Lo Cascio vs e board liscio.

Erika Kovats è invece sfortunatissima, apre con gli assi, viene chiamata da 4 giocatori tra cui Vitagliano. I due vanno rotti su questo flop: con la ungherese che gira una coppia di assi, mentre il partenopeo ha . Sul turn scende una che decreta l'eliminazione della Kovats.

Anche Gianluca Trebbi non è fortunatissimo. Sulla sua apertura in mini raise, Virgilio Di Cicco, vincitore dell'IPT di Nova Gorica nel marzo 2010, pusha i suoi 20 big blind con , Trebbi snappa con una coppia di ma il flop non è del tutto amico, . Un nuovo quadri al turn e un river bianco condannano il toscano all'eliminazione.

Non vedranno il Day 2 nemmeno Giorgia Tabet, Jacopo Brandi, Stefano Francescon, Jackson Genovesi e Francesca Frattazzi.

R  Manuel Kovsca  DSC_6382.jpg

Giorgia senza fortuna in questo Day 1B

 

Vanno a dormire con tutt'altro stato d'animo i dominatori di questo Day 1B: il chipleader Costantino Russo a quota 167.200, seguito da Andrei One con 163.700, sul gradino più basso del podio Umberto Vitagliano che ha imbustato 143.300 gettoni.

 

Russo12.jpg

Costantino Russo comanda i 133 left del Day 1B

 

 

Per PokerStars.it, il Team PRO Pier Paolo Fabretti chiude shortissimo a quota 19.700, i due nuovi team online incoronati oggi, Alessandro De Michele e Vito Barone si comportano alla grande. Il primo è addirittura devastante e chiude con 96.300, mentre il secondo viaggia tranquillissimo con 54.000.

 

R  Manuel Kovsca  DSC_6534.jpg

Pier Fabretti, domani serve un mezzo miracolo