Il terzo appuntamento della stagione nella città dei fiori, Sanremo, prende forma col MINI IPT che cambia formula e si propone ai giocatori con un singolo Day 1 e un buy-in più contenuto di 360+40€, mantenendo la solidità della struttura altamente tecnica con livelli da 60' il primo giorno e da 75' i successivi giorni e uno stack di partenza da 15.000 chip.

A gremire la sala del Casinò di Sanremo si presentano in ben 289 giocatori con velleità e sogni nel cassetto.

casinosanremo_manuel_kovska.jpg

Panoramica del Casinò Municipale di Sanremo di Manuel Kovsca

Tra le prime sorprese negative il Day 1 annota le uscite di Alessandro Adinolfo vittima degli assi di Mustapha Kanit, di Daniele Amatruda e Daniele Mazzia.

Al contrario crescono subito bene e mantengono la leadership fino alla pausa cena Pierro, Moretton e Rossin a cui si aggiungono Meraviglia e Leggieri.

meraviglia_miniipt3_mv.JPG

Vittorio Meraviglia, uno dei protagonisti del Day 1 MINI IPT

Alla fine del quinto livello sono quasi 100 le vittime per una scrematura che appare molto rapida e violenta nonostante la giocabilità del torneo.

I 193 giocatori rimasti in lizza vanno a rimpinzarsi e si ripresentano rilassati (si fa per dire) per la conclusione del Day 1 con gli ultimi quattro livelli di gara.

Nel corso del livello 7, Gianluca Rossin spilla K-K e trova la mano che lo fa volare oltre quota 120.000 quando il rivale centra il flush draw nut al flop e decide di giocarsi tutto al turn senza trovare aiuti dal river.

Rossin mantiene la leadership finchè, verso la fine del livello 8 coi bui 300-600, ante 75, Marco Lucarelli centra il poker di 8 contro A-A di Ricci e la scala al river con 7-6 di Esposito che gli tira dietro tutte le chip. Marco Lucarelli prende, ringrazia le stelle e sale a chipleader con quasi 140.000 gettoni.

lucarelli2_miniipt3_mv.JPG

Marco Lucarelli, chipleader del Day 1 MINI IPT

Al via dell'ultimo livello, il nono coi bui 400-800, ante 75, Rimangono in 124 giocatori a dimostrazione di una selezione naturale decisamente elevata.

Nell'ultimo livello sale anche Simone Fornasari che supera le 130.000 chip prima che vengano chiamate le ultime mani per i 108 superstiti di giornata.

Alla fine salta all'ultima mano in draw mancato Mustapha Kanit, mentre il chipleader è Marco Lucarelli con 158.000 gettoni, davanti a Gianluca Rossin con 139.900 e Simone Fornasari con 129.100 quando rimangono in corsa in 101 giocatori.

Per maggiori dettagli potete sfogliare il blog ai seguenti link:

Livello 1 e 2
Livello 3 e 4
Livello 5 e 6
Livello 7,8 e 9

Classifica e Premi Mini IPT

Chipcount Fine Day 1