Il vincitore passa alla cassa per ritirare un assegno da 155.000 €

Dopo 5 giorni di dura battaglia ai tavoli del Casino Perla di Nova Gorica, trionfa un semisconosciuto siciliano di 33 anni che ha letteralmente dominato in lungo e in largo un tavolo finale dove partiva da outsider ma che lo ha visto alla fine alzare il trofeo al cielo e intascare 155.000 € di prima moneta.

Parliamo di Riccardo D'Antoni che partiva con uno stack iniziale di poco più di un milione ma era fin dalla eliminazione di Michele Di lauro che il suo torneo prendeva una piega trionfale.

Meno trionfale e senza dubbio più corto il torneo di Michele Limongi che usciva dopo circa un livello e mezzo dall'inizio del tavolo finale quando 3bettava da small blind sull'apertura di Fausto Cheli da UTG che si limitava al call. Flop , check check. Turn , Limongi checka, Cheli fa 110.000, Limongi pusha coi Kappa e Cheli chiama con , turn e river nulli e Limongi è out.

 

R  Manuel Kovsca   DSC_4019.jpg

Michele Limongi ottavo per 12.000 €

 

Servono gli assi per dare il la alla riscossa di D'Antoni: apre Di Lauro da HJ a 48.000,Giudice flatta da BTN e D'Antoni 3betta da SB per 160.000 con gli assi rossi, Di Lauro non crede alla 3bet e pusha per 980.000, chiama solo D'Antoni. Nessun aiuto per il del bolognese che esce dal torneo.

 

R  Manuel Kovsca  DSC_3872.jpg

Di Lauro settimo per 18.000 €

 

Il chipleader di inizio giornata Massimiliano Bramati non va oltre il sesto posto quando pusha per 430.000 sull'apertura di Bonavena a 62.000; Salvatore domina il suo avversario con su , board senza sorprese e Bramati fuori dal torneo.

 

R  Manuel Kovsca  DSC_3814.jpg

Massimiliano Bramati sesto per 25.000 €

 

Subito dopo era il momento fatale per Paolo Casaburi che mandava il suo risicato stack da 300.000 chip sull'apertura del solito D'Antoni che lo inchiodava con contro il del suo avversario. Board e Casaburi saluta tutti con una stretta di mano.

 

R  Manuel Kovsca  DSC_3839.jpg

Paolo Casaburi 5° per 33.000 €

 

Il trittico delle eliminazioni lampo si concludeva con l'estromissione di Fausto Cheli al quarto posto che pushava con una coppia di 5 sull'apertura da BTN di D'Antoni che si presentava allo showdown con una coppia di Jack, board liscio e si restava in 3.

 

R  Manuel Kovsca  DSC_3818.jpg

Fausto Cheli 4° per 42.000 €

 

Al terzo posto Sebastiano Giudice che proprio poco prima della pausa cena pushava con una coppia di 6 contro la coppia di 10 di D'Antoni (si....ancora lui....). Board .

 

R  Manuel Kovsca  DSC_3865.jpg

Giudice terzo per 55.000 €

 

Il testa a testa conclusivo vedeva Salvatore Bonavena partire con uno svantaggio equivalente al rapporto di 6 a 1 circa, ma riusciva nell'impresa di dimezzare questo gap quando proprio alla prima mano la sorte regalava una coppia di Jack a Mr EPT che si scontrava con quella di 9 del suo avversario. Un board liscio regalava il 2up a Salvo che saliva a 2 milioni e mezzo circa contro i 4,5 di D'Antoni.

 

R RCARDO DANTONI  Manuel Kovsca   DSC_4388.jpg

Bonavena impegnato nell'heads up

 

Dopo circa un'ora di schermaglie, i titoli di coda scorrevano su questo Italian Poker Tour di Nova Gorica, quando D'Antoni apriva da small blind a 120.000, 3bettato da Salvatore per 275.000; D'Antoni pushava per uno stack ovviamente superiore a quello del suo avversario che chiamava.

Showodown:

D'Antoni
Bonavena

Board

Con questo 10 al turn D'Antoni poteva esultare con le braccia al cielo e portare a casa la sua picca a casa.

 

R  Manuel Kovsca   DSC_4078.jpg

Bonavena secondo per 95.000 €
 
R RCARDO DANTONI  Manuel Kovsca   DSC_4478.jpg
D'Antoni vince l'IPT di Nova Gorica per 155.000 €