javascriptNotEnabled
Home / Video /

I vantaggi dell'isoraise preflop (pt 2)

http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg
 
 
Esempi di teoria
Nella prima parte dell'articolo abbiamo parlato dei tre vantaggi del poker, e adesso arriva la parte difficile: decidere quale combinazione dei tre vantaggi sia abbastanza da rendere le vostre giocate +EV. Contro un giocatore scarso si possono giocare mani deboli e fuori posizione, perché la vostra abilità nell'outplayarlo postflop è abbastanza significativa. Contro un giocatore decente non è consigliabile giocare fuori posizione, ed inoltre dovreste preferire giocare buone mani, perché la vostra capacità di outplayarlo è ridotta.

Esempio 1
Supponete di avere KTo da MP, con due fish loose passive sul CO e sul BB, mentre BTN e SB sono giocatori tight non inclini allo squeeze. Foldano se non hanno una mano giocabile. In questo caso, dovreste aprire il gioco raisando. La conseguenza sarà che uno dei fish vi chiamerà quasi sicuramente con una mano peggiore, quindi avrete il vantaggio delle carte. Inoltre avete un chiaro vantaggio di skill perché la vostra abilità di estrarre valore quando legate top pair + è mostruosa, quindi lo svantaggio di posizione non è sufficiente a farvi foldare la mano. Aggiungiamo il fatto che la vostra mano ha la capacità di legare il tipo di mani che vanno benissimo contro questi fish: due carte alte che possono legare un punto molto migliore del loro K3.

Esempio 2
Un buon TAG rilancia da CO e voi avete KJo sullo SB. In questo caso, si può foldare. Data la posizione, forse avrete il vantaggio delle carte contro questo avversario, ma presumibilmente non sarà un grandissimo vantaggio rispetto al suo range, ed inoltre sarete fuori posizione. Presumendo un simile livello di skill, questo può essere un fold anche abbastanza semplice.

Esempio 3
Un giocatore ultra nitty apre da UTG con il suo range molto tight. Potete chiamare da BTN con molte SC, gappers, Axs, coppie piccole...Insomma, tutte mani che abbiano qualche potenziale. Di sicuro avete un enorme svantaggio di carte, ma il vantaggio della posizione e l'abilità di outplayare questo avversario (foldare quando non legate e stackarlo quando accade) è enorme. Infatti, il suo giocare in maniera lineare vi consentirà di prendere decisioni molto semplici postflop, il che costituisce un enorme vantaggio di skill. Voi sicuramente non sarete disposti a giocarvi tutto lo stack con A5 su AKx, mentre lui sarà disposto a farlo con AK su flop A5x.

Il punto è questo: quando credete di avere un vantaggio di skill non indifferente su qualcuno – e sapete bene di che vantaggio si tratta (ad esempio, folda troppo alle c-bet, o chiama tre street con qualsiasi top pair), potete allargare sensibilmente il vostro range ed uscire dalla tabella convenzionale carte + posizione, che in molti seguono quasi con devozione religiosa. Quando avete una mano marginale secondo la tabella carte + posizione, ma avete degli ottimi motivi per credere che il vostro vantaggio di skill domini quello del vostro avversario, allora probabilmente dovreste giocare quella mano. Bisogna avere grande capacità di auto-giudizio, e riconoscere di non avere un grande vantaggio su un altro regular è tanto importante quanto conoscere esattamente i vantaggi che si hanno su un fish 80/0/0.1. L'importante è giocare quante più mani marginali possibile in posizione contro i fish, ed evitare di giocare fuori posizione contro i reg. È preferibile giocare Q7o in posizione contro un giocatore scarso che AJo fuori posizione contro un buon giocatore.

 
Tratto dal forum twoplustwo
 
Tradotto da Marcellus88



Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso