javascriptNotEnabled
Home / Video /

I miei imbarazzanti ricordi delle WSOP (di Ville Wahlbeck)


E' terminata un'altra edizione di quell'evento masochistico chiamato World Series of Poker. Dall'inizio alla fine, sono 6 settimane di poker, più tornei di quanti una persona ne possa giocare, ed abbastanza azione cash game da far impazzire la gente.
Ci sono stato anche quest'anno. E' stata la mia nona volta. Dal 2004 ho giocato le WSOP ogni anno, tranne che nel 2008.
Quest'anno nonho giocato molto: soltanto il 50.000$ Players Championship, il 10.000$ PLO ed il Main Event (tutti e tre programmati verso la fine delle 6 settimane).
Durante questi anni a Vegas ho raccolto alcuni buoni ricordi, altri meno. Eccone alcuni di questi ultimi.

Nel 2006 sono stato bustato dal Main Event, e stavo per tornare a casa. Grazie a due piccoli tornei ed al cash game, stavo tornando, per la prima volta, a casa da vincitore. Avevo circa 40.000$, che erano un po' di più di quanti ne avevo portati a Vegas.
Era tarda notte, e l'indomani mattina, molto presto, dovevo prendere l'aereo. Ero al Bellagio con un paio di giocatori finlandesi, e non avendo niente da fare ho deciso di giocare a Pai Gow. "Non sarà un problema se gioco da poco, giusto per ammazzare il tempo", ho pensato.
Quattro ore dopo ero broke. Mi erano rimasti solo i soldi per comprare un sandwich e pagare il tassista fino all'aereoporto. Nulla di più.

ville_wahlbeck_embarrassing_wsop.jpg

Dal 2005 al 2007 ho pensato che sarebbe stata una buona idea giocare sia i tornei che cash game. Nell'istante in cui bustavo da un torneo, andavo dritto ad un tavolo cash e giocavo fino a quando non riuscivo a rimanere sveglio. Quindi dormivo circa 4 ore, e ricominciavo.
Ad un certo punto delle WSOP avevo così sonno che, durante la pausa di un torneo, sono andato a dormire in macchina. Dormire in macchina quando fuori ci sono 45° non è un'esperienza piacevole, e non lo è nemmeno svegliarsi quando ti senti come se non dormissi da un anno.

Infine, torniamo indietro al 2004. Stavo giocando l'evento Stud da 5.000$. Non mi erano rimaste molte chips, quando è arrivata la pausa, ma potevo avere ancora qualche possibilità con un double up o due.
Durante la pausa non avevo fame, quindi sono andato a giocare alle slot. Ho giocato circa 90 minuti (tutto il tempo della pausa), perso 2.000$ e sono tornato a sedermi al tavolo. Quando sono arrivato il gioco era già iniziato, ma al mio posto c'era seduto uno strano tizio.
Ho girato attorno al tavolo, guardato il tizio e gli altri componenti del tavolo. Loro mi guardavano a loro volta, finché uno di loro mi disse: "Non era una pausa cena, era una pausa normale. Il tuo stack è stato consumato dai bui". Probabilmente sono diventato rosso in viso. E non ha aiutato di certo il fatto che uno dei giocatori al tavolo fosse il mio idolo, Doyle Brunson. Non sono riuscito a pensare a nulla da dire, quindi mi sono limitato a blaterare "Cose che succedono", e me ne sono andato.

 
Tradotto da Marcellus88

Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso