javascriptNotEnabled
Home / Video /

I benefici dell'imparare i mixed games (di Marcin Horecki)


Come la maggior parte di voi, la prima forma di poker che ho giocato è stato il texas hold'em. Inizialmente non ho investito molto, ed ho appreso le basi giocando i freeroll. Per i primi 3-4 anni ho giocato esclusivamente hold'em, ma quando sono diventato Team Pro sono stato incoraggiato ad imparare le altre varianti. La mia prima esperienza con una variante è stata nel 2008, alle WCOOP. Avrei scelto una variante, googlato le regole e tentato di imparare a giocare nei 10 minuti successivi all'inizio del torneo. Ovviamente, non ho ottenuto alcun risultato, se non quello di stuzzicare la mia curiosità.

marcin_horecki_mixed_games.jpg

I professionisti passano così tanto tempo ai tavoli che si rischia di iniziare a trovare il gioco noioso. Fortunatamente, non succede a tutti; ci sono giocatori che non hanno problemi a giocare una sola variante per tutta la loro vita. Io, invece, ho più volte dovuto trarre beneficio da qualche pausa. Quando gioco una variante diversa, uso la mia mente in modo diverso, scopro nuove strategie e nuove linee di gioco che potrei utilizzare. Ad esempio, nei giochi Limit, si deve essere molto aggressivi e tenere sotto costante pressione gli avversari. Poi ci sono giochi come l'Omaha hi-lo, che chiamo "split game". In questo gioco, limpare può essere un'ottima cosa, al contrario dell'hold'em, dove spesso è un errore. Giocare varianti diverse può aiutarci ad aprire la mente e trovare strategie da utilizzare anche in altri giochi.
Un altro dei motivi per imparare le varianti è che il livello medio di gioco è molto più basso. La differenza tra il giocatore più forte di stud e me è immensa, ma allo stesso tempo il giocatore medio di stud è molto più scarso del giocatore medio di hold'em. Quindi, se è vero che i giocatori forti hanno molta edge su di me, è anche vero che io ho molta più edge di quanta ne ho nell'hold'em su un giocatore medio. Ultimamente ho avuto dei buoni risultati nei tornei di mixed games. Sono finito due volte sul podio negli 8-game EPT ed ho vinto un side event PLO a San Remo ad Aprile. Saper giocare le varianti mi ha aiutato a vincere la TLB delle MicroMillions per due volte, ed una volta quella delle SCOOP low. Senza conoscere le varianti, non avrei avuto possibilità di raggiungere questi risultati.
Penso anche che la varianza sia inferiore nei giochi non-hold'em, a causa dei field molto più ridotti. E' più facile fare final table quando ci sono 300 giocatori, rispetto a quando ce ne sono 3000. Certo, non ci saranno i montepremi del Sunday Million o di un evento EPT, ma personalmente non faccio un final table all'EPT dal 2010. E' grazie alle varianti che, ogni anno, sono riuscito a portare dei soldi a casa.
Sia professionisti che giocatori occasionali possono trarre vantaggio dall'apprendere i mixed games. I giochi non-hold'em possono aprire la nostra mente verso nuovi stili di gioco e rompere la monotonia, ma sono anche molto divertenti. Se vi state annoiando di giocare hold'em, provate ad aprire un tavolo Triple Draw o Omaha hi-lo. Potreste scoprire il vostro nuovo gioco preferito!

 
Tratto da pokerstarsblog.com
 
Tradotto da Marcellus88

Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso