javascriptNotEnabled
Home / Video /

Gioco e criminalità: il Senato approva la risoluzione, ma è polemica sul ruolo della politica

Il Senato della Repubblica ha approvato la risoluzione che vincola il Governo ad operare secondo le linee guida indicate dalla Commissione Antimafia e relative alle infiltrazioni criminali all'interno del settore dei giochi.
 
http://www.agicops.com/wp-content/uploads/2011/10/12-agosto-bis.jpg

Due i punti fondamentali: modifica dell'art. 88 del TULPS (Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza) per permettere che le licenze seguano un iter che passi necessariamente per i controlli sui bilanci societari e gli amministratori delle società concessionarie ed adozione delle misure indicate nel Ddl Lauro in particolare quelle relative alla tutela dei minori, alla pubblicità ingannevole, alla tracciabilità delle transazioni finanziarie e sulle norme antiriciclaggio.

Proprio Lauro è nuovamente intervenuto sul tema dichiarando : "le norme urgenti sono solo una fase: la fase più importante è la riforma organica del settore del gioco che affronti tutti gli aspetti, e questa riforma non può più attendere perchè le norme sono assolutamente inadeguate.

La stessa AAMS con le norme attuali non può combattere le infiltrazioni mafiose che ci sono nel gioco illecito ma anche in quello lecito, perchè nei territori infiltrati dalla criminalità questa controlla, attraverso i prestanomi, tutte le agenzie di scommesse". Il Senatore del PDL ha  poi affrontato il tema della "presenza di gruppi italiani e stranieri in società investitrici registrate in Paesi off shore. E' possibile che AAMS non sia messa in condizione, con le norme che abbiamo previsto nella Relazione della Commissione, di sapere chi c'è dietro queste società?".
 
Polemiche sull'intervento della Senatrice del Terzo Polo Emanuela Baio secondo la quale, quella del Governo è :"una politica fiscale confusa e capziosa, che invita i cittadini a giocare per fare cassa sfruttando le vulnerabilità umane, disinteressandosi delle conseguenze cliniche e alimentando di fatto le infiltrazioni mafiose".

Molti gli interventi dei Senatori, rivolti in particolare a sottolineare il ruolo fondamentale della politica nella gestione del fenomeno delle ludopatie, della tutela delle fasce deboli della popolazione e del risparmio e da più parti si invoca una riforma strutturale della Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato che metta in grado la stessa di operare nel miglior modo possibile.

Dibattito aperto, dunque, su un settore che nel frattempo continua registrare incrementi notevoli ed esponenziali sia in termini di fatturato sia in termini di diffusione tra il pubblico, soprattutto nelle Regioni del Sud dove una cospicua parte del reddito viene destinata al gioco.


Fonte:www.agicops.com
Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso