javascriptNotEnabled
Home / Video /

Giocare il turn (pt 2)


http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg

4. Teorema di Baluga
E' vero? Scopritelo da soli, cercando nel vostro database di HEM/PT3.
Facile coachare LOL

 
 
5. Ok, ho fatto tutto questo duro lavoro. Adesso spiegaci qualcosa di perspicace.
Come gran parte dei concetti del poker, quando ci soffermiamo due secondi a pensarci si rivelano più semplici di quello che pensassimo. Ecco quali sono i più grandi problemi che ha un giocatore:
- ha paura di venir bluffato
- ha paura di perdere lo stack contro una mano migliore nonostante sia molto avanti al range di un avversario
Queste paure derivano dalla mancanza di confidenza nella lettura delle mani, e qualche volta mancanza di confidenza nel nostro win rate sul lungo termine.
Come possiamo superare queste paure? Migliorando la nostra abilità nella lettura delle mani e continuando a studiare.

 
 
6. Giocare essendo gli aggressori
Adesso che abbiamo spiegato le linee guida del gioco al turn, è ora di giocare alla perfezione (beh, alla perfezione contro i range degli avversari, almeno).
 
 
Cosa dovremmo considerare prima di decidere di puntare in bluff?
Equity – Pensiamo all'equity come ad un "discount" per i nostri bluff: anche A2, con una sola overcard rispetto al board, può servire a vincere 60BB contro un avversario passivo con QQ o combo draw. Evitiamo invece di farlo con mani come 22.
Avversario – inserite la fold to turn cbet nell'HUD, come già spiegato sopra. Ovviamente, i giocatori tight con un alto fold to turn cbet saranno i nostri preferiti, evitiamo invece di puntare contro avversari loose passive che chiamano molto preflop ed al flop. Tanto vi chiameranno anche con A alto e 22. Se volete farlo, poi non lamentatevi.
Carta al turn – Contro avversari semi-pensanti, utilizzate la turn barrel sulle scary card, sopratutto contro quelli più tight. Alcuni avversari pensanti potrebbero essere consci di quello che stiamo facendo, quindi, contro di loro, non abbiate paura a barellare anche il river, dopo aver bettato la scary card al turn.

 
 
Cosa dovremmo considerare prima di decidere di puntare per valore?
Se pensiamo di avere la mano migliore, solitamente l'azione migliore è quella di puntare, e la maggior parte delle volte avrete effettuato l'azione più corretta. Ma dobbiamo anche tenere in considerazione che a volte il check avrà un'aspettativa di guadagno maggiore. Ad esempio, possiamo farlo:
- se sappiamo che l'avversario ama fare floating optiamo per il check/call o per il check/raise. Se non siamo sicuri al 100% della nostra lettura, non perdiamo valore con queste contromisure per un problema che generalmente non esiste;
- se abbiamo una buona mano contro un giocatore maniac – ad esempio AK su 723K – va bene checkare o gaybettare fuori posizione per dargli la possibilità di andarci sopra, ed eventualmente barellare al river se non lo fa. Se pensiamo che l'avversario possa essere in draw NON seguiamo questa linea, perché per loro sarà molto più semplice giocare in modo ottimale contro di noi. In questo caso, non evitate di puntare;
- checkiamo per valore – se c-bettiamo QQ su K72, su turn 2 possiamo checkare dietro rappresentando aria, per poi puntare su ogni river e venire pagati da ogni coppia che battiamo. Generalmente, i nostri avversari non folderanno questi spot.

 
Tratto dal forum twoplustwo
 
Tradotto da Marcellus88

Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso