javascriptNotEnabled
Home / Video /

Giocare il turn (pt 1)


http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg

Mi è stato chiesto di scrivere un altro articolo di strategia per twoplustwo. Siccome mi piace parlare di poker, ho accettato. L'argomento è il turn: "facile", ho pensato! Mi basterà blaterare qualcosa sul valore, sul plan, sui range...Posso farlo.
Beh, non proprio...

Il fatto è che il turn è la strada più difficile da giocare. Preflop e flop, in genere, non spendiamo tantissimi soldi, e ci basta avere delle buone basi per limitare i nostri errori. Il river chiude l'azione, abbiamo già moltissime informazioni e non devono più uscire carte sul board. Molte volte, si "gioca da solo".

Al contrario, il turn è esattamente la via delle altre strade. L'argomento "turn" è così difficile e pieno di variabili che, se dovessimo scriverle tutte (o quasi), finiremmo per scrivere un intero libro. Per questo, l'articolo darà alcuni consigli guida che serviranno a giocare il turn in modo abbastanza standard, per cercare di evitare quanti più errori possibili.

1. Sistemate il vostro HUD
Se non avete queste statistiche nel vostro HUD, o comunque un pop-up che vi consenta di reperirle in 2 secondi, aggiungetele immediatamente:
- Turn CBet%
- Turn FCBet%
- Turn CR%
- Bet vs missed flop CBet%
Spiegheremo in seguito l'importanza di queste statistiche.

2. Qual è il piano?
Dobbiamo sempre tenere a mente una cosa: noi non stiamo giocando "il turn", ma stiamo giocando una mano che abbiamo pianificato. La nostra azione deve già essere decisa al flop.
Esempi:
- valuebetterò ogni carta che non sia scary, poi probabilmente farò una piccola valuebet al river
- barellerò ogni strada; se il board dovesse farsi pericoloso e l'avversario checkasse, si prenderà anche la 3rd barrel
- valuebetterò nel caso x, se ciò non dovesse succedere mi prenderò una carta gratis, non blufferò quest'avversario su nessun river
- checkerò dietro per massimizzare il mio valore
Penso che questo sia il più grande problema che hanno i giocatori dei microlimiti, serve tempo e pratica per imparare a pianificare 3 strade prima.

3. Lettura delle mani
La lettura di una mano al turn o al river è 100 volte più difficile di una lettura preflop o al flop. Per questo, chi conosce i range ha un enorme vantaggio.
 
 
 
 
 
 
Di recente ho utilizzato una nuova tecnica per migliorare la lettura delle mani. Aprite HEM o PT3 e filtrate:
- Single raised pot
- Piatto finale > 180BB (contro gli shortstack è più facile giocare)
- Siamo OOP (perché è più difficile leggere una mano se siamo fuori posizione)
- Cbettiamo e veniamo chiamati in HU
- Vediamo lo showdown
Poi aggiungiamo i filtri al turn:
- You got called
- You got raised
E manualmente, per entrambi, specifichiamo il tipo di giocatore, l'SPR del flop, il board/tipo di board, la posizione e la mano dell'avversario.
La nostra mano o la mano di chi ha vinto non è rilevante. Quello che vogliamo è scoprire cosa fa un determinato avversario al turn, e con quali mani lo fa.

Tratto dal forum twoplustwo
 
 
 
 
 
 
Tradotto da Marcellus88
 
Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso