javascriptNotEnabled
Home / Video /

Giocare LAG

http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg

Nota: questo articolo è molto più adatto al 6-max che al full ring. Tuttavia, quanto segue si applica anche per middle e late position del full-ring.

Non so voi, ma ogni volta che io vedo delle chips nel piatto, le voglio. Non mi importa se sono 20bb o 2bb...Le voglio nel mio stack. Aggredendo si vincono più soldi. È vero, quando giochiamo contro un maniac, spesso la giocata giusta da fare è essere passivi. Ma io voglio essere uno di quei giocatori contro cui gli altri giocano passivamente. In questo modo, il gioco mi sembra più semplice, perché sono io che decido quando i soldi vanno in mezzo al piatto e quando no.

Detto ciò, iniziamo a parlare del preflop. Io sono un giocatore che preflop apre molte mani (il 25%, forse anche di più!). Lo faccio perché miro a vincere il piatto, e voglio che ci sia qualche soldo dentro. Inoltre, essere la persona che rilancia preflop mi da la possibilità di vincere il piatto uncontested quando né io né il mio avversario leghiamo al flop.

 
 
Avvertimento: bisogna sapere quando è meglio evitare di c-bettare. Sono due i fattori principali da tenere in considerazione per decidere quando c-bettare – le carte sul board ed il numero di avversari.
Potrei c-bettare contro tre avversari scarsi su board 842r. Spesso, invece, checko su K87 two tone contro due avversari se ho in mano AQ. Sapere quando c-bettare e quando non farlo ha un effetto incredibilmente benefico sulla win rate.

Un altro motivo per cui rilancio spesso preflop è che, quando hitto un punto molto forte, è più probabile che i miei avversari siano disposti a giocare per tutto il loro stack. Tuttavia, non penso che questo concetto sia altrettanto valido ai microlimiti, dove la maggior parte dei giocatori gioca solo in base alle proprie carte, senza pensare a cosa potrebbe avere l'avversario.

Ci saranno volte in cui il vostro avversario di darà azione. In questi casi, è molto importante sapere come comportarsi – ovvero, è importante conoscere il proprio avversario.

Ad esempio, stiamo martellando un avversario, rubandogli i blind con ogni A, ogni K, la maggior parte delle Q suited, Apriamo da CO con . Al flop scendono . L'avversario checka, noi puntiamo l'importo del piatto e l'avversario raisa lungo. Molte persone suggerirebbero di foldare qui. Senza info e quando stiamo giocando TAG, foldare potrebbe essere la scelta corretta. Ma, per come stanno le cose, non lo è. Infatti, le mani dell'avversario che ci battono sono veramente poche rispetto al range che è disposto a giocare preflop contro di noi. Inoltre, pensate che un giocatore (soprattutto dei microlimiti) check-raisi set o 2pair al flop, contro l'original raiser? Io mi sarei preoccupato più di un call. Quindi decido di chiamare e di giocarmi le ultime due strade. Rimarrete sorpresi di quante volte il vostro avversario girerà .

Il punto è questo: quando i vostri avversari sono disposti a giocare contro di voi con un range più ampio, le vostre mani assumono più valore. Quanto più valore abbiano, sta a voi stabilirlo.Siete voi che avete le read sul vostro avversario. Situazioni del genere, infatti, è meglio evitarle se non si hanno informazioni sull'avversario.

Avvertimento importante: quando vi check-raisano al turn, la vostra top pair non è più buona, nonostante quanto detto sopra.

 
 
Infine, è importante sapere quando tornare a giocare TAG. Se gli avversari iniziano a chiamare i vostri raise in massa, o iniziano a 3bettarvi, è meglio smettere di rilanciare 56s da UTG ed iniziare a cercare valore dalle mani più forti. Riceverete comunque azione, ma stavolta avrete delle buone carte. Giocare tight preflop è raramente, se non mai, sbagliato.

Ecco un breve indice di quanto detto:
  1. Attaccate il preflop ed il flop. Mettete soldi nel piatto per vederli venire dalla vostra parte.
  2. Imparate quando c-bettare e quando non farlo.
  3. Mettete soldi nel piatto quando legate – i vostri avversari vi pagheranno con mani più deboli di quanto non possiate aspettarvi.
  4. State attenti al tavolo, in modo da sapere quando accelerare e quando rallentare.

Ultima piccola – e molto importante – parentesi: quando gli avversari si accorgeranno che state aprendo e c-bettando troppo, inizieranno a floatarvi. Non è difficile da notare, e la contromossa è semplice: second barellate in bluff. Questa è un arma molto potente, ma va usata contro gli avversari giusti – ricordate, solo un idiota bluffa contro un avversario che sa che chiamerà.


 
Tratto dal forum twoplustwo
 
Tradotto da Marcellus88



Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso