javascriptNotEnabled
Home / Video /

G-Bucks (parte 1)

I G-bucks (o Galfond Bucks) sono un concetto molto importante che estende quello degli Sklansky dollars nel valutare il valore atteso di una decisione nel No Limit Hold'Em.
 
Come si può capire dal nome stesso, il termine G-bucks è stato coniato da Phil "OMGClayAiken" Galfond nel suo famoso articolo sulla concettualizzazione dei soldi vinti nel poker. Il suo è un articolo davvero fantastico, ma anche molto lungo e spesso complicato. Oggi noi cercheremo di riassumerlo e semplificarlo, in modo da rendere chiaro a tutti a cosa servono e come si calcolano i G-bucks.
 
Cosa sono i G-bucks?
I G-bucks ci dicono quanti soldi dobbiamo aspettarci di vincere o perdere contro un determinato range di mani.
 
Ricordate gli Sklansky dollars? Riassumento rapidamente, gli Sklansky dollars servono a calcolare quanti soldi vinceremo con una mano contro un'altra mano nel lungo periodo. Così, se giochiamo AA contro KK preflop al NL10 per 100bb e perdiamo, nel singolo colpo abbiamo perso €10, ma nel lungo periodo abbiamo vinto €16.4. La differenza sostanziale tra i G-bucks e gli Sklansky dollars è questa:
- Sklansky dollars = 1 mano contro 1 mano
- G-bucks = 1 mano contro 1 range di mani
 
In pratica, anziché calcolare il valore atteso della nostra mano contro la mano dell'avversario (cosa quasi impossibile da fare, se non dopo lo showdown), con i G-bucks calcoliamo il valore atteso della nostra mano contro il range dell'avversario.
 
Calcolare i G-bucks
Calcolare i G-bucks è abbastanza semplice, soprattutto se conosciamo il nostro avversario:
- assegnamo all'avversario un range di mani quanto più accurato possibile
- inseriamo la nostra mano ed il range dell'avversario su programmi di calcolo come PokerStove o Equilab
- moltiplichiamo l'importo del piatto per la percentuale di vincita che abbiamo per sapere qual è il nostro valore atteso.
 
Dopo aver trovato calcolato l'equity della nostra mano contro il range avversario, sapremo con esattezza qual è la parte di piatto che ci spetta. La parte più difficile del lavoro è quella di essere molto accurati nell'assegnare un range corretto all'avversario.
 
Nella prossima parte dell'articolo vedremo due esempi di calcolo dei G-bucks per chiarire meglio questo concetto.
 
Tratto da thepokerbank.com
Tradotto da Marcellus88
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso