javascriptNotEnabled
Home / Video /

Elky, sogni no limit

Tra i tanti giocatori di poker europei saliti alla ribalta a livello mondiale sicuramente spicca Bertrand Grospellier. Lo abbiamo conosciuto meglio al recente EPT sanremese dove come sempre si è mostrato disponibile e gentile con tutti. Elky, questo il suo nick name, è un giocatore francese con una storia quantomeno anomala. Nato a Melun nel 1981, a soli 20 anni si è trasferito in Corea del Sud per dedicarsi full time allo "Starcraft".

Forse una follia per molti di noi, ma a Seoul ci sono dei professionisti di questo videogioco di strategia in tempo reale e in molti ci campano bene. Da lì iniziò la sua carriera straordinaria anche nel poker. Grazie a un consiglio di un amico si avvicinò al Texas Hold'em e nel giro di pochi anni è riuscito a diventare una vera stella di questo gioco favoloso.
 
Ha vinto due tappe dell'EPT, una del WPT e alle ultime WSOP ha strappato il suo primo braccialetto, diventando il quarto giocatore della storia a potersi vantare della cosiddetta "triple crown". Ecco in esclusiva alcuni suoi commenti sulla evoluzione del poker unite a degli aneddoti personali:
 

"Ciao, vorrei presentarmi semplicemente come "ElkY". Sono un giocatore francese che nella vita ho una regola base, "segui i tuoi sogni senza nessun limite". Amo Las Vegas perché è un luogo mitico per il Poker e credo che lì più di altrove si capisce che le persone dovrebbero essere libere di praticare al gioco che amano ovunque nel mondo. Avere una passione non è mai un crimine, sia che si tratti di calcio sia che si tratti di poker. Ah sfortunatamente non ho ancora giocato a poker con un calciatore, ma grazie al gioco ho girato il mondo.

Negli anni ho notato come i players americani siamo di media più forti di quelli europei. Hanno una storia pokeristica più lunga e le loro basi sono migliori incluso i fatto che hanno giocatori molto più tight. Il poker è stato parte della loro cultura per molto tempo anche se il black friday è stato un vero disastro che ha tolto la possibilità in tutti gli USA di giocare online fino ad oggi. Dai noi la storia è più recente. I giocatori italiani e francesi credo abbiamo stili di gioco simili, forse un po' più "raw" se paragonati alla media statunitense. Hanno molta creatività e passione, questo in un quadro generale, ma negli ultimi anni credo che ci siano giocatori italiani francesi che stanno raggiungendo livelli di gioco altissimi.

Per quanto mi riguarda, la mia mano favorita è 8-8 perché mi ha permesso di vincere il PCA ed è una coppia che normalmente mi porta bene. Amo il poker e ciò che lo circonda, il mio film preferito è "Rounders" e, consiglio a tutti il libro sulla vita di Stu Ungar, "One of a Kind", mi è piaciuto moltissimo. Poi nel poker ci sono delle donne bellissime, se dovessi nominare la più bella credo direi Kara Scott!"

Fonte: SportMediaset
 

Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso