Un finale poco felice per i nostri colori ha caratterizzato il Day3 del PokerStars and Monte-Carlo® Casino EPT Grand Final in corso di svolgimento allo Sporting del Principato di Monaco.

sammartino-ept9-gf.jpgIl nostro Dario Sammartino, dopo una giornata che lo ha visto lottare come un leone nonostante un importante coin flip costatogli metà stack a metà Day3 contro Luke Schwartz, perde anche un brutto colpo a tre mani dal termine contro il fortunatissimo Andrew Pantling che scoppia gli assi del napoletano pescando una improbabile donna al river che fa il paio con quella del flop e gli regala un miracoloso trips. Sammartino paga pesantemente chiudendo a quota 113.000, poco più di 10 big blind.

Questo, in soldoni, il racconto della giornata di Dario Sammartino che la aveva cominciata insieme ad altri 104 players, tutti con l'intento di raggiungere il Day4 di domani, venerdì 10 maggio.

L'impresa è stata centrata da 34 giocatori in totale e tra loro c'è anche il partenopeo che, pur senza dubbio short, siamo convinti venderà carissima la pelle per non lasciare presto la giornata di domani.

negreanu-ept9-gf.jpgIl capofila dei magnifici 34 è ancora una volta Johnny Lodden, chipleader anche al termine del Day2 di ieri, che ha terminato la sua fatica odierna con 1.232.000 chips.

Ma sembra davvero il Grand Final delle grandi firme.
I Team PokerStars Pro Jason Mercier, Daniel Negreanu, Jake Cody, Ville Wahlbeck and Victor Ramdin torneranno tutti al Day4, ma saranno accompagnati più che dignitosamente da mostri sacri del calibro di Steve O'Dwyer, Paul Volpe, Freddy Deeb, Luke Schwartz, John Juanda, Noah Schwartz e Noah Boeken.

Oggi è stata anche la giornata dello scoppio della bolla che ha visto sancire l'entrata a premio di 80 giocatori, tutti soddisfatti per aver centrato una bandierina comunque prestigiosa.

bolla-ept9-gf.jpgSicuramente meno soddisfatto, anzi, meno soddisfatti, i due giocatori che passeranno alla storia di questo Grand Final per essersi divisi il premio dell'ottentesimo classificato.

Siamo a metà giornata e il gioco è in modalità "hand for hand". L'attenzione di tutti si sposta al tavolo di Oleksii Kovalchuk che chiama un all in di Tayolr Paur per 118.000 coi due che si presentano allo show down rispettivamente con e , la mano dell'ucraino tiene fino al river e Paur è 81°.
Ci si sposta tutti al tavolo di David Vamplew che, shortissimo, pusha con e trova il call di Calvin Anderson con . Una scala bassa decreta la vittoria del pot di quest'ultimo e Vamplew, secondo regolamento, splitta i 16.000€ con Paur, recuperando almeno buona parte del buy in da 10.000€.

La giornata si è chiusa intorno alle 21.30 di ieri con le chips imbustate dai giocatori, buste che si riapriranno alle 12.00 per tornare ad essere l'oggetto del desiderio dei 34 left. E speriamo che molte di queste contribuiscano ad un miracolo!

Ecco i primi 10 del chipcount:

1 Johnny Lodden 1,232,000
2 Steve O'Dwyer 963,000
3 Andrew Pantling 943,000
4 John Juanda 939,000
5 Vasili Firsau 837,000
6 Goran Mandic 822,000
7 Noah Schwartz 756,000
8 Jason Mercier 746,000
9 Andreas Eiler 709,000
10 Daniel Negreanu 684,000

Il chipcount completo