Dopo sole 4 ore e mezzo di gioco, l'European Poker Tour di Deauville chiude i battenti inserendo nel firmamento del poker internazionale una nuova stella che solo il tempo incoronerà campione capace e duraturo. Stiamo parlando di Remi Castaigno, 29enne francese di Saint Aunix Lengros, un piccolissimo paesino di 158 anime incastonato nel cuore dei Pirenei.

CASTAIGNON-VINCE-EPT9.jpg

Castaignon ha messo in fila un field di 782 giocatori che hanno pagato un buy in di 5.300€ presentandosi ai tavoli fin dalla giornata di lunedì scorso.

Ci siamo lasciati alla fine dello scorso aggiornamento quando stavamo entrando nel 31° livello, Small Blind 120.000, Big Blind 240.000, Ante 10.000 e, rispetto all'inizio di giornata, il gioco subisce un piccolo rallentamento, anche se la tendenza è sempre quella verso un gioco aggressivo e mai rinunciatario.

RUDELITZ-EPT9-DEAUVILLE.png

Passa la prima parte del livello e d'improvviso, dopo un paio di miracolosi recuperi da parte del belga Robert Romeo che si salva per ben due volte dal baratro dei 7 bui, Castaignon apre i giochi a 250.000 da bottone, ma trova il push da small blind del tedesco Enrico Rudelitz per circa 3 milioni con . Castaignon non si fa pregare e snappa con . Il board, e Rudelitz è out in quarta posizione per 215.000€.

Quando Romeo sembra riprendersi del tutto e raddoppia per l'ennesima volta contro Castaignon salendo a quota 3.800.000, è lo stesso francese ad eliminarlo definitivamente sul gradino più basso del podio. La mano vede il transalpino aprire a 250.000 da BTN, 3bettato dal belga a 550.000 da piccolo buio. Castaignon sale ancora a 1.200.000 e, dopo il push di Romeo, si va allo showdown: Romeo , Castaignos , le carte comuni, , non ribalta la situazione di partenza e Romeo saluta con 275.000€ in tasca.

ROMEO-EPT9-DEAUVILLE.png

Il belga Romeo, terzo classificato

 

Il testa a testa comincia contestualmente con il livello numero 32, 80k,160k,20k e vede protagonisti Remi Castaignos, francese, per lui 13.000.000 e Walid Bou Habib, libanese, a quota 9.000.000.

Il primo pot mette le cose in chiaro e sposta gli equilibri decisamente a favore del transalpino che sale a 16 milioni quando rilancia a 450.000 da BB sul limp da bottone del suo avversario che chiama. Flop , check check. Turn , delay cbet per Castaignos a 850.000, call per Habib. River , Habib non ci pensa un attimo e chiama il milione e mezzo impostogli dal francese che gira una coppia di donne e, dopo il muck di Habib, sale a 16 milioni.

Nelle due mani successive prima il divario si allarga a per una differenza di 15 milioni circa, poi di riduce di nuovo a 13. ma la fine è vicina e si materializza quando Habib è di nuovo sul bottone.

HABIB-DEAUVILLE-EPT9.png

Habib, runner up

 

Il libanese decide di aprire a 325.000, 3bettato da big blind dal francese a 1.025.000, il libanese ci pensa per un paio di minuti ma alla fine annuncia il suo all in per 6.285.000 chips. Castaignon chiede il count esatto, fa passare un minuto circa e poi opta per il call.
Trattasi di coin flip: Habib , Castaignon .
Sul flop scendono che regalano a entrambi un draw di scala. Ora Habib passerebbe in testa con un Kappa, un Otto, o un Sette.
Al turn casca un assolutamente ininfluente e le speranze per la sopravvivenza di Habib sono legate ad una sola carta che verrà girata al river. La dealer ascolta i suggerimenti della regia e al segnale gira una nuova carta che non aiuta il libanese, un .

Habib si avvicina al suo avversario, gli stringe la mano ed è ora finalmente libero di andare a ritirare i suoi meritati 475.000€ per un grande secondo posto.

castaignon-wn-ept9-deauville.jpg

Il trionfatore dell'EPT di Deauville, Remi Castaignon

 

Al contrario Castaignon rimane al tavolo richiamato dai fotografi per immortalare il momento pokeristico più importante della sua vita. Possiamo scommettere che sarà difficile per lui dimenticarlo, così come tarderanno a finire i 770.000€ di primo premio.


Il Payout