Un day 1A spettacolare quello che si è chiuso nella notte e che ha sancito l'apertura della tappa francese dell'European Poker Tour in corso di svolgimento al Casinò Barriere di Deauville, nella lontana e gelida Normandia.

Un totale di 307 giocatori ha affollato la prima giornata di gioco. Tutti loro hanno pagato, chi direttamente, chi tramite satelliti su PokerStars, la cifra di 5.300 €, che, sommata a quelle dei giocatori che inizieranno la loro avventura questo pomeriggio al Day 1B, andrà a concorrere per la formazione del prizepool finale. Dei 307 iscritti ritroveremo 165 players al Day 2 in programma domani.

Sette italiani accertati hanno preso parte a questo Main Event.
Sfortunato il torneo di Rocco Palumbo che resiste 6 livelli ma alla fine soccombe sotto i colpi di un avversario che centra il suo draw di scala su un flop 6x 8x 9x, trovando un 5x al turn con un 7x in mano e neutralizzando il set di 6 di "RoccoGe".

Palumbo123.jpg

Rocco Palumbo senza fortuna in Francia

 

Benissimo Massimo di Cicco, tavolo finale all'EPT di Praga vinto dal nostro Bonavena. Di Cicco chiude a quota 85.000 poco sopra un altro nostro connazionale, Michele Bianchi, 70.600.

Il sempre conservativo Stefano Garbarino termina la sua giornata con 56.600 chips, mentre Sergio Castelluccio, trovate qui una sua recente intervista e Giuliano Bendinelli dovranno risalire la china al Day2, in quanto hanno rispettivamente chiuso a 38.400 e 30.400 chips.
Fuori Filippo Candio.

Nell'aggiornamento precedente ci eravamo lasciati con la navigazione in bruttissime acque dell'"Harry Potter" del poker, David Vamplew. Ebbene lo scozzese non ha avuto vita lunghissima al rientro dalla pausa. Dopo un'apertura avvenuta da MP a 1.050 su bui 250/500 e un paio di call da late, Vamplew decide di pushare le sue ultime 9.075 chips con da big blind. Uno dei sui avversari, Francois Scapula, prima chiede il conto esatto dei gettoni, poi decide di mettere con . Il board regala a quest'ultimo addirittura il full house: e Vamplew guadagna l'uscita.

Vamplew-EPT9.jpg

Interviste di rito per lo scozzesino

 

Di ben altro livello la prova del tedesco Max Heinzelmann, runner up all'EPT di Sanremo vinto da Elder . Prima elimina Isaac Azoulay in all in preflop quando la sua coppia di tiene sul del suo avversario, poi si avvia verso un tranquillo finale, chiudendo a quota 45.400.

Feddersen-EPT9-DEAUVILLE.jpgPer quasi tutta la giornata ha menato le danze Patrick Schuhl, in testa per 3/4 di Day 1A, ma proprio verso la fine ha dovuto inchinarsi al tedesco Jesper Feddersen, qualificato su PokerStars, che ha imbustato la bellezza di 188.900 chips.
Feddersen è salito in cattedra nel momento in cui è riuscito a farsi pagare i massimi dal curiosissimo bulgaro Stelyan Georgiev, inseguitore di ben tre strade su questo board: . Allo showdown del river Feddersen mostra quads con , al bulgaro non rimane che mostrare un insignificante , buono per insegnare a tutti che i draw non si inseguono passivamente.

Torneranno nella giornata di martedì anche Zimnan Ziiyard (121.000), Christophe Lesage (115.700), Jeff Hakim (114.700), Sergii Baranov (103.800), James Mitchell (102.700) e il Team PokerStars Pro belga Matthias De Meulder a quota 98.300.

Tra i migliori anche Vanessa Rousso che ha chiuso a quota 81.100.

DEMEULDER-EPT9-DEAUVILLE.jpg

De Meulder, big stack per lui

 

L'appuntamento con i nostri aggiornamenti è fissato per questo pomeriggio quando prenderà il via la seconda parte del Day 1.

I primi 10 del count:

Jesper Feddersen 188.900
Patrick Schuhl 142.700
Andrei Stoenescu 131.800
Remi Le Meur 127.200
Daniel Dodet 124.100
Alexandre Reard 118.200
Tomas Pleticha 117.600
Christophe Lesage 115.700
Adrian Mateos 115.700
Razif Valiullin 114.900


Leggi tutto il chipcount