Una lunga giornata di poker è servita per decretare il vincitore del PokerStars European Poker Tour di Barcelona, che ha chiuso i battenti nella tarda serata di ieri, sabato 7 settembre al "Casino de Barcelona", in Spagna.

Diciamo subito che per i nostri colori è una giornata da ricordare per il positivissimo quarto posto di Luca Fiorini, autore di un torneo davvero fantastico al quale si potrebbe chiedere solo se è più forte in lui la gioia per un risultato così importante, oppure la delusione per non aver raggiunto un deal quando si era rimasti in 4 e che gli avrebbe permesso di guadagnare almeno il doppio dei 328.000€ che, alla resa dei conti, sono finiti nelle sue tasche.

La giornata parte in sordina e ci vuole quasi un livello per assistere alla prima eliminazione.

1233451_10152182483674622_512548769_n.jpgE' la mano numero 17 e Nielsen apre a 335.000 su bui 80k/160k da HJ con una coppia di 10 ma trova l'all in di Andreas Christoforou un posto dietro di lui per poco più di un milione e mezzo con ; Kimmo Kurko da SB si isola re-pushando con una coppia di Jack e ottiene il fold dell'original raiser. Il board, , non cambia la gerarchia delle mani e Andreas Christoforou, cipriota, esce all'ottavo posto per 102.430€.

1236847_10152182483759622_923428118_n.jpgPassano poche mani e, quando siamo ancora nel livello numero 32, suonano le campane per Eduard Bhaggoe. E' ancora Kurko a fare action nel momento in cui apre a 320.000 da Under the Gun con e la palla arriva a Bhaggoe che, ormai shortissimo, decide che è il momento di mandarle tutte per poco più di 2 milioni con . Kurko snappa e si va al board che prima sembra regalare il raddoppio all'olandese, ma con il più classico dei runner runner, fa felice il finlandese che lo elimina.

Per Bhaggoe un settimo posto da 143.000€.

E' invece un allin preflop a estromettere dai giochi il francese Benoit Gury.
L'azione parte da Kresten Nielsen che va in All In da small blind, dopo il fold generale degli avversari che parlano prima di lui, con , una mano più che legittima per rubare almeno le chips del grande buio. Ma il BB occupato dal transalpino, non è dello stesso avviso e, dopo nemmeno un secondo dalla dichiarazione del nordico, effettua il call con .
Il board è purtroppo beffardo per Gury che deve amaramente soccombere a causa di un sceso sul flop.
Per il francese sesto posto e 188.000€ di ricompensa per le sue fatiche.

1236822_10152182483669622_1662455917_n.jpgQuinta piazza per Pasi Sormunen, che apre da early position a 400.000 su bui 100k/200k, con , 3bettato da SB dal nostro Luca Fiorini con . Il suo avversario ci pensa a lungo ma alla fine decide di pushare per quasi 5 milioni in chips totali e Fiorini chiama per il piatto della leadership. Il board, , non da particolari problemi all'azzurro che elimina Sormunen al quinto posto per 253.000€.

Con questo piatto Fiorini si proietta in testa al chipcount con quasi 10 milioni di gettoni praticamente appaiato a Nielsen e, in quel momento, scatta una lunga discussione su un deal a 4 che porta ad un nulla di fatto a causa di una richiesta di Middleton che avrebbe voluto 15.000€ in più per una non ben precisata maggiore skill tra i 4 left. Non accontentato, Middleton non accetta altri accordi e si riprende a giocare con il payout invariato.

1234184_10152181076314622_558626827_n.jpgLa disfatta del nostro portacolori avviene in due atti.
Nella prima mano Fiorini trova un flop sul quale non può non andare rotto, ma forse è un po' troppo morbido nel rilanciare invece che mandare all in su con in mano ; il suo avversario Kurko pusha invece con mid pair ( ) e, dopo la chiamata dell'italiano, turn e river non cambiano la situazione.

Precipitato a 2,5 milioni, Fiorini raddoppia in BVB con una coppia di 3 contro sempre di Kurko, ma la fine è dietro l'angolo.
Fiorini apre a 625.000 su bui 120k/240k da UTG con e pusha dopo la 3bet da bottone da parte di Middleton avvenuta con il quale, ovviamente, mette. Fiorini non ribalta il suo 30% a favore ed è out quarto per 328.000€.

1184981_10152182642504622_109913432_n.jpgNon passa moltissimo, anzi, dopo pochissime mani è il tempo di salutare Kresten Nielsen. Il danese apre da small blind per 635.000 con e Kimmo Kurko decide di difendere il suo big blind con . Sul flop scendono che originano un'azione abbastanza standard. Nielsen cbetta a 635.000, Kurko 3betta a 1,41 milioni e il danese 4betta per poco meno di 3,5 milioni, kurko annuncia l'all in e Nielsen snappa con la sua top pair. Turn, e river, permettono a Kurko di eliminare il suo avversario al terzo posto per 440.500€.

L'heads up parte in sostanziale parità tanto che i due si accordano per un deal che trasforma il primo premio da 1.067.000€ in 942.000€ e la seconda moneta da 625.000€ a 750.000€.

Al rientro dalla pausa cena Middleton prende decisamente il comando con alcuni colpi ben assestati, tanto da ridurre lo stack del suo avversario a meno di 8 milioni contro i circa 30 in suo possesso.

Passa un livello completo e, all'inizio del livello successivo, per altro mai giocato nella storia dell'EPT, 200.000 / 400.000 ante 40.000, l'epilogo è servito.


1234655_10152182483924622_492453164_n.jpg

 

Kurko apre da BTN a 800.000 con circa 12 milioni dietro e nelle mani e viene 3bettato dal suo avversario a 2 milioni con una coppia di 5, . Kurko ci pensa su qualche secondo, valuta la situazione ma alla fine dichiara l'all in prontamente chiamato da Middleton.
Il board, decreta la fine del torneo con il secondo posto di Kimmo Kurko per 750.000€ e il trionfo di Tom Middleton per 942.000€.

L'appuntamento con il blog di PokerStarsBlog.it è fissato per il prossimo European Poker Tour di Londra dal 6 al 12 ottobre.


win-middleton.jpg


Il chipcount completo
Il Payout