javascriptNotEnabled
Home / Video /

EPT di Varsavia: i premiati

 

Si è concluso anche il secondo giorno dell'EPT di Varsavia, oggi si è giocato fino al raggiungimento dei posti a premio. La strada verso la vittoria è irta di pericoli ed era difficile prevedere chi sarebbe arrivato a premio. Oggi abbiamo visto più colpi straordinari di quanto potevamo immaginare. L'attenzione era concentrata sui chip leaders - i giocatori maggiormante in forma che avevano più probabilità di arrivare a giocare nei giorni tre e quattro - ma oggi la corsa di alcuni di questi favoriti è giunta al termine, nel corso del pomeriggio molti dei big stack sono stati eliminati.

Il francese Antony Lellouche (foto sotto), che aveva formato un muro di chips da 100.000 in sua difesa ha visto la fortuna voltargli le spalle dopo un primo giorno in cui lo aveva favorito fin dalle prime mani in cui aveva prontamente raddoppiato in uno scontro A-A contro K-K in cui partiva da sfavorito e in cui il board gli ha poi regalato un K. Oggi non è rimasto nulla di quella fortuna iniziale e Lellouche è stato eliminato dal torneo a mani vuote dopo l'ultimo scontro con l'italiano Andrea Benelli.


Il campione uscente dell'EPT di Londra Mark Teltscher ha subito la stessa sorte uscendo anche lui prima dei premi. Teltscher era uno degli otto campioni EPT in gara oggi, un altro era il Team PokerStars Pro Bertrand Grospellier che oggi era in cerca anche lui del suo doppio titolo ma ha trovato una giornata che sembrava disegnata apposta per sconvolgere i suoi piani.

C'erano così tanti campioni in gara che ci si aspettava davvero che qualcuno potesse raggiungere l'atteso record di due vittorie. La lista di possibili candidati ha subito progressivamente una scrematura con le eliminazioni di Jepson, Ruthenberg, Teltscher, ElkY, Perrault, Griffin. Tutti giunti a Varsavia pieni di speranze ma che non si sono tramutate in realtà. A questo punto la responsabilità di un record resta nelle mani di due soli giocatori.

Il campione dell'EPT di Dublino Roland de Wolfe sembra il migliore candidato dal momento che ha concluso la sua giornata con 170.000. Le altre speranze sono del vincitore dell'EPT di Praga Arnaud Mattern, che ha scoppiato la bolla e concluso la sua giornata con 130.000. Ma se domani la giornata sarà crudele con i leaders come quella di oggi le sorti potrebbero ribaltarsi. Il migliore di questo day 2 è stato il qualificato di PokerStars Sergey Shcherbatskiy che ha raggiunto la vetta della classifica con 265.900.

Pronti a far strage di avversari ci saranno domani anche i due ultimi Team PokerStars Pros rimasti in gara Dario Minieri e Isabelle Mercier (nella foto). Minieri ci ha regalato ancora una volta grandi emozioni la sua giornata è trascorsa tra massaggi rilassanti che sembra gli abbiano portato grande concentrazione, da uno stack che ieri aveva toccato la preoccupante quota di 3.000 è risalito prontamente con le montagne russe che caratterizzano il suo gioco brillante e oggi la sua montagna di chips si è innalzata ad una quota in cui l'aria si fa rarefatta, ben 211.000.


Mentre questi sono numeri che regalano sempre ai giocatori una buona nottata quella di Hans Eskilsson, il bubble boy dell'EPT di Varsavia sarà popolata di incubi, la sua battaglia nel casinò di Polonia si è conclusa con un'uscita a mani vuote mentre i rimanenti giocatori festeggiano la loro vittoria. Eskilsson aveva iniziato bene la sua giornata salvandosi da una mano pericolosa ma quando si è trovato nell all in finale i suoi A-9 erano battuti da A-Q di Moises Ramos e ancora più fatali gli sono stati i due K di Mattern. Con la sua uscita si chiude anche questo capitolo dell'EPT.

Domani i 24 giocatori rimasti in gara torneranno a darsi battaglia ai tavoli alla ricerca non più della sopravvivenza fino ad un posto a premio ma di un posto ancora più prestigioso, quello al tavolo finale. Rimarranno vive le speranze di una doppia vittoria? Dario Minieri rimarrà a giocare per il titolo come merita? Lo sapremo domani, intanto un'altra entusiasmante giornata all'EPT si è conclusa e ci ha riservato ottimi risultati con due italiani a premio e ancora in corsa per la vittoria. Oltre a Dario Minieri che abbiamo visto in ottima forma anche Andrea Benelli ha ancora 78.000 chips da utilizzare per esprimere al meglio il suo gioco.

 Ed ecco il chipcount ufficiale di Poker Stars:


Sergey Shcherbatskiy 265,900
Dario Minieri 211,400
Roland de Wolfe 169,900
Arnaud Mattern 139,200
Uffe Holm 127,900
Juan Manuel Pastor 117,100
Nico Behling 112,700
Kevin MacPhee 97,200
Ludovic Lacay 89,100
Joao Barbosa 85,900
Andrea Benelli 78,000
Atanas Stoyanov Gueorguiev 74,800
Mika Puro 71,600
Brian Jensen 69,500
Moises Parrilla 60,500
Isabelle Mercier 55,600
Christoffer Egemo 55,200
Eduard Kapitonov 53,900
Patric Martensson 52,900
Stefan Rotach 52,500
Marty Smyth 38,600
Josh Gould 36,800
Michael Muheim 36,700
Julien Lang Van 23,100

Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso