Anche il Day 1B del PokerStars EPT Main Event di Praga va sui libri quando, dopo 8 livelli di gioco i players fanno rientro verso le loro camere d'albergo e la speranza di portare a casa un risultato di prestigio: la conquista di una bandierina alla competizione pokeristica più importante mai giocata nella Repubblica Ceca.

teresa_nousiainen_edgar_stuchly_day1a_ept9_prague.jpg

Teresa Nousiainen e Edgar Stuchly danno il via al Day 1B

 

Gli 865 giocatori iscritti hanno infatti permesso di battere un record importante: nessun torneo dal buy in di 5.300€ ha mai fatto registrare un numero così alto di partecipanti in questa terra così affascinante e così amata dagli italiani.

Il vincitore porterà a casa la non disprezzabile somma di 835.000€, primo e più felice dei 128 giocatori a premio.

Gli italiani, dicevamo.
Brutte notizie per gran parte del Team PRO PokerStars.it che ha visto assottigliarsi i propri rappresentanti livello dopo livello.

Luca Pagano è il primo ad arrendersi sotto i colpi della sfortuna e degli avversari, vittima di un paio di mani nelle quali non ha mai avuto occasione di vedere concretizzati i suoi robusti draw di scale e colori.

_MG_4669_EPT6PRA_Neil_Stoddart-1.jpg

Poco dopo è la volta di Massimiliano Martinez e Dario Minieri, entrambi mai veramente in partita.

Sfortunata anche la prestazione di Salvatore Bonavena, crollato a quota 2.400 poco prima della fine del quarto livello, prova la risalita al rientro dalla pausa, ma viene stoppato sul più bello quando la sua coppia di Jack è neutralizzata dal colore al flop del suo killer, protagonista di un call preflop piuttosto opinabile con .

Di tutt'altro tenore la prova di Pier Paolo Fabretti, penalizzato da un inizio piuttosto problematico, il giocatore romano si è ripreso poco dopo metà giornata quando ha cominciato ad inanellare tutta una serie di piatti che lo hanno portato a combattere per i piani alti del chipcount.
Grazie anche ad un gran bluff piazzato al penultimo livello, Pier Paolo chiude con 99.900, buone per tornare domani pomeriggio con tutte le migliori intenzioni.


Benissimo Danilo Donnini che ha imbustato 121.500 chip e tornerà domani molto agguerrito, come lui stesso dichiara su Facebook.
Bene anche Eros Nastasi a quota 62.400 e Dario Sammartino con 51.500 dopo aver toccato le 90.000 chip proprio all'ultimo livello.

Termina sul filo di lana del Day 1B l'avventura di Rocco Palumbo, è lui stesso a dare informazioni sulla sua mano di uscita: "Mamma mia era una vita che non facevo un tuffo simile, figuriamoci a un main EPT ... Ma sto sembrava troppo bello e quello non aveva una faccia convincente con questa 5bet... Invece aveva KK!! Mah!!!!! Non si fa, soprattutto di perdere il colpo! Vabbè...side events per il resto della settimana"

Giornata convincente anche quella di alcuni PokerStars Team PRO stranieri: Jhonny Lodden termina con 94.500 pezzi, Alex Kravchenko con 82.800, Juan Manuel Pastor a 45.200, Jason Mercier 41.500 e Christian De Leon 38.000.

In testa al chipcount Vadim Belov che ha terminato il suo splendido Day 1B con 179.300 chip, bruciando sul filo di lana Luis Rodriguez a quota 176.800. I due fanno parte dei 318 giocatori (cifra ancora ufficiosa) che torneranno questo pomeriggio alle 12.00 e che vanno a sommarsi ai 180 del Day 1A.

Luca Pagano, intervistato da Kristy Arnette mentre era ancora in gioco, ci parla della "Leaderboards" EPT che guida da anni sul suo rivale di sempre, Bertrand Grospellier.


Livelli 5-6 del Day 1B dell'EPT9 Praga: Minieri e Bonavena non torneranno al Day 2
Livelli 3-4 del Day 1B dell'EPT9 Praga: Luca Pagano out
Livelli 1-2 del Day 1B dell'EPT9 Praga: Dario Minieri sbatte su un "quads"

Riassunto del Day 1A dell'EPT9 Praga

Schermata 2012-12-10 alle 17.25.10.png