Oggi alle 12.00 è in programma la partenza dell'ultimo atto della terza tappa della nona stagione EPT, il tavolo finale.

E' stata una settimana di gran poker, iniziata con i migliori auspici grazie anche al record battuto dagli iscritti che ha permesso all'EPT Prague Main Event di diventare il torneo più importante mai giocato in Repubblica Ceca con buy di questo tipo.

Ben 864 players si sono presentati ai nastri di partenza con la speranza di spartirsi il prizepool di 4.190.400€ , impresa che è riuscita a soli 128 di loro.

Prague_2012.png

Il fascino di Praga

 

Italiani in chiaroscuro.

Dei 35 nostri connazionali presenti (pari a circa il 4% del totale), 7 di loro sono riusciti ad andare a premio (poco più del 5% degli ITM totali), per cui percentualmente teniamo, almeno in questa occasione.
Manca ancora una volta la zampata conclusiva, quella che ha provato a dare Marco Leonzio, il migliore dei nostri, 14° per 34.000€, ultimo ad arrendersi dopo un torneo davvero convincente.
Dietro di lui la bella sorpresa del giovane Enrico Tau che ha chiuso 24° per 25.000€ e la ormai consolidata conferma di Danilo Donnini, 28° per 21.000€.

Schermata 2012-12-15 alle 01.53.36.png

Enrico Tau, giovane promessa del poker italiano

 

Ecco il piazzamento di ognuno dei nostri portacolori:

14 Marco Leonzio 34,000€
24 Enrico Tau 25.000€
28 Danilo Donnini 21.000€
39 Eros Nastasi 18.000€
53 Luca Giovannone 15.000€
63 Michele di Lauro 12.000€
86 Mariano Martiradonna 10.000€

IMG_0389_Marco_Leonzio_EPT7PRA_Neil_Stoddart.jpg

Complimento a Leonzio, il migliore dei nostri

 

Tornando al tavolo finale di questo pomeriggio si ripartirà da quello che rimane da giocare (qualche minuto) del livello numero 26, Small Blind 20.000, Big Blind 40.000, Ante 5.000.

Non c'è un massive chipleader nel lotto dei partenti, anche se il capofila, lo svedese Ramzi Jelassi, per classe ed esperienza parte coi favori del pronostico. La differenza minima di stack non permette a nessuno di stare tranquillo, soprattutto se si pensa che Diego Gomez lo "short stack" del tavolo, può ancora contare su più di 30 Big Blind.


Ecco un profilo di tutti i magnifici 8:

Seat 1: David Boyaciyan, 33, Amsterdam, Netherlands - Live satellite winner - 4.635.000
Ed eccolo ancora qui! David Boyaciyan rischia di centrare un clamoroso back-to-back, visto e considerato che l'anno scorso qui ha fatto runner-up. L'olandese fa il banchiere di professione e il suo primo risultato importante in carriera è stato il primo posto all'Amsterdam Master Classic, nel novembre dello scorso anno per 382.200€, preludio al secondo posto di cui sopra ottenuto un mese dopo per 535.000€. Boyaciyan ha deciso di prendersi un anno sabbatico lontano dal suo lavoro per provare a dedicarsi anima e corpo al poker. Ha vinto il suo posto in un satellite live da 500€ vinto nei giorni scorsi qui a Praga. David ha due figli, Gioele e Elina.

 

Schermata 2012-12-15 alle 02.43.06.png

 

Seat 2: Sergey Kuzminskiy, 22, Kemerovo, Russia - PokerStars qualifier - 1.850.000

Kuzminskiy studia scienze linguistiche a Kemerovo. Ha iniziato a giocare a poker a 5 carte con il fratello minore fin da 12 anni poi, nel 2008 ha visto qualche puntata di "Poker after dark" in TV e si è innamorato del Texas Hold'Em, microlimiti e freeroll MTT e SNG 6-max. Nel mese di ottobre ha vinto un sat per questo EPT di Praga in un torneo speciale denominato "EPT Praga Social Network" un freeroll per giocatori dell'Ex Unione Sovietica. E' al suo primo torneo live!

Schermata 2012-12-15 alle 02.41.15.png

 

Seat 3: Seat 3: Ramzi Jelassi, 26, Stockholm, Sweden - 5.675.000

Anche se Ramzi Jelassi ha solo 26 anni è una vecchia conoscenza del circuito EPT. Ha cominciato a giocare in questo tipo di competizione nella stagione 2, all'EPT di Barcellona dove vinse un sat online. In quell'occasione andò in fondo in due side event e da lì cominciò la sua ascesa coronatasi a Baden e Varsavia dove fece ITM in entrambe le tappe. Da allora lo svedese ha centrato altri 9 piazzamenti EPT tra cui un 20° posto al Grand Final di Montecarlo Season 6 per 50.000€. La sua vittoria più cospicua è in terra italica: all'IPT di Sanremo del 2009, Ramzi portò a casa 170.000€. Prima di passare al poker Jelassi è stato una grande promessa del calcio svedese.

481753_10151564146339622_2052315305_n.jpg

 

Seat 4: Ben Warrington, 25, London, UK - 2.200.000

Ben è un giocatore di 25 anni professionista ormai da 4. Originario di Epsom nel Surrey, vive oggi a Londra quando non è giro per giocare a poker. Dopo il successo riscosso nell'online dove ha vinto più di due milioni di dollari, sta cercando di costruirsi come giocatore live e considera questo risultato di Praga un grosso avvicinamento verso quell'obiettivo. Lo accompagna a Praga la sua fidanzata Yureski che ha giocato il ladies event dopo essersi qualificata su PokerStars.

Schermata 2012-12-15 alle 02.38.17.png

 

Seat 5: Sotirios "SKWINNER" Koutoupas, 29, Thessaloniki, Greece - PokerStars qualifier - 3.775.000

Sotirios arriva da Salonicco, in Grecia e si è qualificato al Main Event di Praga grazie a un satellite da 82€ su PokerStars e ha cominciato a farsi notare al Day 3 quando ha chiuso top 3 del count. Koutoupas, che dichiara di essere single, gioca tornei high-stakes su PokerStars con il nickname "SKWINNER" e ha vinto più di $190.000 in carriera. Non ha un grosso passato nei live, da segnalare solo un secondo posto ad un side event da 300€ all'EPT di Loutraki nel 2011 per 5.200€. Nonostante i suoi successi online, Sotirios continua a lvorare come operaio nell'azienda di famiglia. Ha detto "non posso nemmeno immaginare cosa possa significare vincere un EPT".

Schermata 2012-12-15 alle 02.34.13.png


Seat 6: Mark Herm, 27, Philadelphia, USA - 1.700.000

Ultimo rimasto tra gli americani iscritti a questo Main Event di Praga, Mark ha ottenuto ben 7 piazzamenti alle WSOP e uno al PCA, ma nessuno da questa parte dell'Atlantico. Sette anni fa Mark ha lasciato il college e ha cominciato a giocare a poker in modo professionale. Oggi si ritiene fondamentalmente un giocatore online e ha pensato di venire a Praga soprattutto per combattere la noia, viste le bellezze della città, ma unire utile e dilettevole non è mai sconveniente.

Schermata 2012-12-15 alle 02.31.41.png

 

Seat 7: Aleh Plauski, 28, Minsk, Belarus PokerStars qualifier - 4.705.000
Aleh 'cooltwister' Plauski ha fatto segnare vincite per più di un milione di dollari online su PokerStars e ben $449.000 in tornei live, dei quali 300.000 all'EPT Grand Final della scorsa stagione dove arrivò sesto. Plauski ha un ottimo insegnante, il suo ex compagno di classe Mikalai Pobal, vincitore dell'EPT di Barcellona di quest'anno, ad agosto. "Noi bielorussi abbiamo vinto due EPT" (si riferisce all'EPT di Deauville a gennaio 2012 vinto dal connazionale Kursevich), mentre i russi uno solo. Non sarebbe male allungare le distanze tra noi e loro per 3-1!

Schermata 2012-12-15 alle 02.28.41.png

 

Seat 8: Diego "ildieko" Gomez, 33, Oviedo, Spain - Live satellite winner - 1.380.000
Se credete nella superstizione converrete con noi che Diego era un predestinato e sarebbe dovuto arrivare per forza di cose al tavolo finale. A Barcellona rimase affascinato dal gioco di JC Alvarado che conquistò in quella occasione il final table dell'High Roller e da quel momento la conquista di un tavolo finale finì per essere un suo sogno. Recentemente Gomez ha provato a conquistare un posto all'EPT di Praga su PokerStars, ma dopo ben tre bolle, ha deciso di venire fin qui e pagarsi direttamente il buy-in, operazione che non è servita perchè ha vinto un live sat. Lo spagnolo gioca da 4 anni per lo più in tornei minori nei casinò spagnoli, anche se qualche mese fa finì 12° all'Estrellas Poker Tour di San Sebastian. Qui a Praga ci sono molti suoi amici e la sua fidanzata Marina.

Diego_Gomez_Gonzalez_ept9pra_d5-thumb-300x450-179012.jpg


Day 4: Non ci resta che Leonzio
Day 3: Scoppia la bolla, 7 azzurri a premio
Day 2: Italiani forza 9
Day 1B: Bene gli italiani, Fabretti è lassù
Day 1A: Iosif B Iosif Beskrovnyy chiude in testa


EPT Praga Chipcount
EPT Praga Payout

Jelassi_EPT9_04.jpg

Jelassi parte coi favori del pronostico