javascriptNotEnabled
Home / Video /

EPT Deauville: l'inglese Jake Cody si aggiudica il titolo di campione

 
L' European Poker Tour vi ha già portato in tanti bellissimi paesi, solo un paio di settimane fa eravamo ai Caraibi e presto vi porteremo a sciare in Austria e per la prima volta a Berlino, ma questa settimana la protagonista è stata Deauville.

C'erano buone possibilità di realizzare nuovi record, avremmo potuto incoronare un due volte campione o vedere la prima vittoria di un giocatore dalla Romania, ma la battaglia al tavolo finale l'ha vinta il 21enne inglese Jake Cody, capace di un grande recupero che lo ha portato dalla quasi eliminazione alla vittoria EPT, la settima per la Gran Bretagna.

"un'esperienza incredibile," ha detto Cody. "Solo poche settimane fa ne parlavo con gli amici come si parla di un sogno. Probabilmente sto sognando perchè non posso credere che sia accaduto davvero."

Alla sua prima tappa EPT questo ragazzo ha gia raggiunto un risultato che molti sognano senza mai ottenerlo e si merita i complimenti perchè ha giocato davvero bene.
 

Cody si è aggiudicato insieme alla vittoria €847.000 e il buy in del Grand Final di Monte Carlo ed ha anche la soddisfazione di aver conquistato il titolo in un difficile tavolo finale. Ha visto ridursi la sue chips in uno scontro con il canadese Mike McDonald, mentre ancora erano in sei a giocare: A-K contro coppia di dieci. Ma Cody non si è arreso ed è riuscito a recuperare fino a trovarsi testa a testa contro il rumeno Teodor Caraba, chipleader fin da quando erano ancora in gara 24 giocatori.

Caraba ha giocato una partita strategicamente perfetta, lasciando che nelle prime fasi di gioco gli avversari si eliminassero a vicenda mentre lui restava in disparte. Così facendo è arrivato sempre da leader tra i primi tre. Per due ore Cody e Caraba si sono scontrati testa a testa passandosi il vantaggio fino alla mano finale in cui il rumeno ha trovato A-K mentre il suo avversario aveva di meglio con in mano K-K.

Ma prima di arrivare a questo scontro al terzo posto abbiamo perso Mike McDonald. Nessuno è mai riuscito nell'impresa di vincere due volte un Main Event EPT, ma il giovane canadese conosciuto come "Timex" aveva la possibilità di realizzare questo record. Ancora troppo giovane per giocare a Las Vegas, McDonald è un campione di poker online e una vera rivelazione all'EPT, a soli 20 anni questo è stato il suo terzo tavolo finale.

McDonald ad un certo punto era addirittura chip leader, ma sulla sua strada verso la conquista del titolo ha incontrato l'ostacolo Caraba, che con A♠T♦ ha battuto i suoi jack con un asso sul board. Timex dovrà attendere ancora prima di vedere il suo nome per la seconda volta sul trofeo EPT.

Al tavolo finale c'era anche Peter Eastgate. Il Team PokerStars Pro aveva la possibilità di conquistare il primo titolo EPT da aggiungere alla sua ancora breve ma già sfavillante carriera al tavolo da poker ma nonostante l'uscita prematura ha comunque stabilito un primato come primo campione del mondo a conquistare il tavolo finale in sei stagioni di storia EPT. Devo anche aggiungere che questo è il secondo tavolo finale per lui nella sesta stagione e questo rende il suo record personale ancora più interessante. Eastgate ha provato a risollevarsi da una situazione che lo vedeva short ma la sua coppia di dieci si è scontrata con K♣9♠ in mano a Craig Bergeron che ha trovato un K al flop ed ha dovuto accontentarsi dell'8° posto.

Michael Fratty, Stephane Albertini e Claudiu Secara erano i più indietro per numero di chips e nonostante qualche raddoppio sono stati i quattro con più chips ad andare avanti.

Fratty con A♥Q♦ ha trovato K-K in mano a Jake Cody; Albertini con K♣9♣ ha trovato due assi in mano sempre a Cody e infine McDonald ha battuto Secara con due K contro due jack.

McDonald e Cody si sono scontrati aspramente diverse volte e nel primo colpo è stato Cody ad avere la peggio. Timex era all in a rischio di eliminazione quando con A♦K♦ ha floppato un K che gli ha consentito di battere T♣T♥ di Cody. I due si erano rilanciati addosso fino a finire all in ed ecco cosa ci racconta Cody di questo colpo...

"Il flip che ho perso contro Timex è stato un gran momento. Sentivo che se lo avessi vinto avrei conquistato il titolo, ma così non è stato e ho dovuto lottare per risollevarmi fino a quando ce l'ho fatta."

La rimonta di Cody è stata incredibile ed è cominciata con il colpo contro Bergeron, che probabilmente si sarà pentito di aver limpato dal bottone con 9♠6♠ e floppato un nove. Anche Cody, che aveva fatto check dal big blind ha trovato un nove ma anche una doppia coppia e i due sono inevitabilmente finiti all in. Bergeron non è più riuscito a recuperare ed è uscito al 4° posto.

Il gioco a tre è partito con nessuno in particolare vantaggio, sia Cody che McDonald e Caraba avevano circa sette milioni di chips. Caraba che è stato il più tranquillo fino a questo momento ha cambiato marcia e alla fine è riuscito ad eliminare McDonald per sfidare Cody in heads up, ma non è riuscito a regalare il primo titolo alla Romania e a festeggiare la vittoria è stato il suo avversario inglese.

Si chiude così la nostra avventura all'EPT di Deauville, per l'Italia nessun finalista ma la soddisfazione comunque di aver piazzato sei giocatori a premio tra cui i due Team PokerStars Pro Minieri e Pagano e il miglior piazzamento ottenuto da Nicolò Calia con il 19° posto.

Prima di tornare a seguire i tavoli del circuito europeo l'appuntamento con il blog di PokerStars è per la fine di febbraio quando seguiremo in diretta l'IPT San Remo 5.
 
Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso