ept-thumb-promo.jpgA volte ritornano.
Questo titolo, che forse ricorda racconti horror, per una volta ben si adatta alla Capitale austrica, Vienna.

Dopo cinque anni di assenza, il grande Poker invade la magnificente Vienna con l'European Poker Tour targato PokerStars.

Il palazo Kursalon, sede di gioco, ricorda antichi splendori e magici momenti di arte e ispirazione musicale.

A pochi minuti dal Palazzo si possono ammirare i capolavori di Gustav Klimt oppure ripercorrere i passi lungo le strade che ispiravano le note di Wolfgang Amadeus Mozart.

kursalon_d1a (1).jpg

Visuale del Kursalon, sede storica e di gioco per l'EPT

 

Oltre ai ricordi artistici e storici, Vienna offre una fitta ragnatela di bar e ristoranti, nonchè di parchi che rendono davvero affascinante la permanenza in terra austriaca.

Ma la febbre del poker prende il sopravvento anche in questo caso e in 234 giocatori si schierano per il Day 1A.

Tra gli azzurri:

Pierpaolo Fabretti Italy Team PokerStars Pro
Maurizio Saieva Italy PokerStars qualifier
Gianni Giaroni Italy PokerStars player
Gustavo Zito Italy
Giuseppe Pantaleo Italy
Sergio Castelluccio Italy
Fabrizio Ascari Italy
Cristiano Blanco Italy

Alla fine di una lunga giornata di tensione agonistica ai tavoli rimangono in 117 a potersi godere la passeggiata notturna per Vienna, riposando la mente e sognando ancora la Picca.

Per gli azzurri le note sono stonate e sia Castelluccio che Ascari che Blanco steccano in compagnia di Pier Paolo Fabretti, Team Online PokerStars, che non trova spazio verso il Day 2.

fabrettipp_day2_sanmarino_mk.jpg

Niente da fare per Pier Paolo Fabretti, Team Online PokerStars

 

Gli unici baluardi rimangono Gustavo Zito (italo-argentino) con 67.400 chip, seguito dall'intramontabile Gianni Giaroni a 42.000 e da Giuseppe Pantaleo con 19.700 gettoni.

Il chipleader a fine giornata è Sergiei Baranov, dall'Ucraina, che, autore di una prova convincente e spregiudicata, imbusta con 183.200.

Sergii_Baronov_d1a.jpg

Il chipleader dell'EPT di Vienna, Sergei Baranov, già protagonista all'IPT

 

Tuttavia a inseguirlo ci sono ben 16 giocatori sopra quota 100.000, tra cui il Team Pro PokerStars Martin Hruby della Repubblica Ceca che si attesta al 3° posto provvisorio con 159.000 gettoni. Tra loro il rumeno Ramon Cserei con 168.300 gettoni.

martin_hruby_d1a2.jpg

Martin Hruby, Team Pro PokerStars, buon Day 1A

 

Tra i migliori si infilano anche Mikhail Ryabkov (136.800), Stephen Chidwick (124.000) e Barny Boatman (121.000).. Insieme a loro saranno presenti al Day 2 i Team PokerStars Pro Lex Veldhuis, Michael Keiner e Ruben Visser, con personaggi del calibro di Jeff Williams, Pierre Neuville, Jake Cody, Nicolas Levi e Antony Lellouche pronti a unirsi a loro.

tournament_room_d1a.jpg

Visuale della sala di gioco

 

Per vedere la lista dei sopravvissuti al Day 1A non vi rimane che cliccare sul chipcount!