ept-thumb-promo.jpgUltimi 3 tavoli per il Day 4 all'EPT di Londra.

A decretarlo è stato un Day 3 intenso e ricco di emozioni con 128 partenti, tutti a premio.

Solo nel primo nel livello saltano 30 giocatori con i nostri 6 azzurri ancora in corsa, ma poi il destino inizia a riservare amarezze.

Escono allo stesso tavolo e quasi in sequenza Rugini che manda da short e da sotto senza trovare gioie finali e Falaschi che si vede scoppiare K-K da A-K in una mano che lo avrebbe lanciato sopra average in modo deciso.

Rimasti in 4 alfieri, Cecchi, Nulli, Zito e Bonavena resistono e lottano per ottenere un ulteriore traguardo, mentre David Rheem prende le redini del torneo superando addirittura il 1.900.000 chip, prima di perdersi per strada e finire addirittura come uomo bolla del Day 3 al 25° posto.
 

_MG_9700_Chino_Rheem_EPT7LON_Neil_Stoddart.jpg

David "el Chino" Rheem, salta all'ultimo 25°


Salvatore Bonavena non riesce a prendere il largo, ma è davvero bravo a resistere a lungo per poi arrendersi al 38° posto quando manda con 10-10 impattando nei King Kong di un rivale.
 

_MG_8535a_Salvatore_Bonavena_EPT7LON_Neil_Stoddart.jpg

Salvatore Bonavena, 38°, altra bandierina EPT


Le notizie a ridosso della conclusione sono alterne con gioie e dolori.

Roberto Nulli, salito bene quasi a un milione, stroncando anche molte velleità a Phil Ivey (uscito in seguito), si gestisce bene e alla fine chiude nei 24.
 

_MG_9764_EPT7LON_Neil_Stoddart.jpg

Roberto Nulli, protagonista a Londra


Gustavo Zito, gioca in modo super accorto e aspetta le mani giuste o necessarie, come quando, rimasti in 28, pusha con 6-6 per 232.000 contro A-10 per un coin flip vincente che lo riporta in corsa.
 

_MG_8542_EPT7LON_Neil_Stoddart.jpg

Gustavo Zito, dal biliardo al poker con successo


Claudio Cecchi è il più sfortunato della carovana. L'amarezza è infinita quando esce 28° in all-in preflop con A-A contro A-J in una mano che lo avrebbe portato sicuramente al Day 4 con oltre 600.000 gettoni.

Il board è dei più terrificanti con 3-10-6-J-J.
 

_MG_0008_Claudio_Cecchi_EPT7LON_Neil_Stoddart.jpg

Claudio Cecchi chiude con l'amaro in bocca al 28° posto


Alla fine della giornata rimangono in corsa due azzurri con la leadership che finisce nelle mani di Chance Kornuth con 2.302.000, davanti a Per Ummer con 1.763.000, David Wamplew 1.756.000, Steven Levy 1.719.000 e Matt Perrins con 1.550.000.
 

_MG_8509_EPT7LON_Neil_Stoddart.jpg

Il chipleader Chance Kornuth


Nel finale risale la corrente e sfonda il milione e duecentomila il temibile e forte John Juanda.
 

_MG_8474_John_Juanda_EPT7LON_Neil_Stoddart.jpg

John Juanda, 1.272.000 gettoni, pesanti come macigni


Per gli azzurri, Roberto Nulli chiude a 620.000 e Gustavo Zito a quota 378.000 chip.

Per maggiori informazioni potete sfogliare il blog ai seguenti link:

Livello 16 e 17
Livello 18 e 19
Livello 20 e 21

Chipcount Day 3

Classifica e Premi