La giornata parte subito col piede sbagliato quando Daniele Guidetti è vittima di un colpo quasi imparabile impattando con Q-Q in A-A del rivale e salutando al 96° gradino della classifica.

Anche Stefano Demontis si vede sbarrare i cancelli con A-Q contro le carte dell'amore (6-9) del rivale che centra il trips sul board J-6-6-A-2 e manda la vasca al river per il call incredulo dell'azzurro che firma la graduatoria in posizione 89°.

Che non sia giornata per gli azzurri lo si capisce ulteriormente con l'eliminazione imbarazzante al posto 82° di Alessandro "ombrerosse" Tomasin che con A-A si scontra contro K-K e 5-5 dei rivali al tavolo, riuscendo a terminare sull'ultimo gradino a causa del board K-5-7-8-J.

Nel corso della giornata è Brinkmann a prendere la leadership oltre il milione quando vince un monster pot con A-K contro J-J di K. Thorson e 10-10 di Carr grazie a un preziosissimo K al river, ma anche Higgins si fa sentire superando quota 1,2 milioni.

_MG_4355-thumb-450x300-131772.jpg

Splendida visuale notturna di Madrid by N. Stoddart

Marco Leonzio soffre, vede il baratro, risorge ma poi ci riprecipita salutando al 46° posto proprio contro Brinkmann che centra il set, mentre Litterio Pirrotta trova un raddoppio chiave con J-J contro A-K che lo lancia oltre le 400.000 chip e Alessandro Limblici raddoppia a 500.000 in una blinds war al Feature Table.

La discesa ai last 24 è ancora ardua e vede arrivare alla pausa cena gli ultimi due azzurri tra i 40 giocatori rimasti in gara.

Alla ripresa a stomaco pieno si scende lentamente verso la meta con Limblici che resiste e Pirrotta che trova un colpo di fortuna quando raddoppia a oltre 800.000 gettoni con 10-10 contro A-A grazie a un river decisamente amico col 10.

Manuel Kovsca R  DSC_1545.jpg

Litterio Pirrotta, protagonista al Grand Final EPT di Madrid

La conclusione arriva con l'uscita al 25° posto di Vasily Fursov seccato in due mani proprio da Alessandro Limblici che prima pesca A-K contro A-J e poi conclude la demolizione spillando A-A contro 10-8 del rivale oramai corto.

Nel finale il chipleader del Day 2, Nerdgard si scioglie contro il set di Eugene Yanait, lasciando la leadership finale proprio a quest'ultimo con 2.374.000 chip, davanti a Brinkmann, Higgins e l'idolo di casa, Team Pro PokerStars, Juan Maceiras.

eugene_yanayt_eptgf_d3_wrap-thumb-300x450-131852.jpg

Il chipleader momentaneo del Grand Final EPT di Madrid, Eugene Yanait

_MG_5813_Juan_Maceiras_EPT7MAD_Neil_Stoddart.jpg

Juan Maceiras, protagonista al Grand Final EPT di Madrid

Gli azzurri rimangono in gara per il titolo con Litterio Pirrotta a 648.000 e Alessandro Limblici a 554.000 gettoni.

Questo il redraw:

Shiraz Soltaninassab Belgium 475.000 1 1
Alex Gomes Brazil Team PokerStars Pro 655.000 1 2
Victor Ramdin USA Team PokerStars Pro 489.000 1 3
Andrey Danilyuk Russia PokerStars qualifier 806.000 1 4
Ivan Freitez Venezuela 1.279.000 1 5
Juan Maceiras Spain Team PokerStars Pro 1.308.000 1 6
Gerardo Godinez Mexico 1.009.000 1 7
Pedro Pellicer Spain PokerStars player 1.216.000 1 8

Domantas Klimciauskas Lithuania 1.198.000 2 1
Hugo Lemaire France 292.000 2 2
Tamas Lendvai Hungary 787.000 2 3
Simon Higgins UK PokerStars qualifier 1.705.000 2 4
Raemon Sluiter Netherlands PokerStars player 703.000 2 5
Andrew Li USA 104.000 2 6
Alessandro Limblici Italy 554.000 2 7
Dag Palovic Slovakia Team PokerStars Pro 244.000 2 8

Georges Yazbeck Lebanon PokerStars qualifier 692.000 3 1
Torsten Brinkmann Germany 1.959.000 3 2
Ankush Mandavia USA PokerStars player 910.000 3 3
Ole Kristian Nergard Norway 105.000 3 4
Jose Nadal Mexico 510.000 3 5
Eugene Yanayt USA PokerStars player 2.374.000 3 6
Litterio Pirrotta Italy PokerStars player 648.000 3 7
Thomas Pettersson Sweden 246.000 3 8

Chipcount per il Day 4

Classifica e Premi