ps_news_thn.jpgCiao a tutti,

sono Matteo ho 26 anni e vivo ad Arese provincia di Milano.
Gioco a poker da circa 6 anni, ma solo da 2 a livello che si può definire professionistico perchè è l'attività a tempo pieno con cui mi guadagno da vivere.

Nella vita sono diplomato al Liceo Scientifico con 98/100 e ho frequentato la Facolta' di Fisica all'università di Milano per circa due anni; i miei interessi piu' grandi sono lo sport, soprattuto calcio e sci entrambi praticati a livello professionistico giovanile, poi mi piace molto ascoltare musica, ( cosa di cui non posso fare a meno mentre grindo ), giocare a scacchi, vedere film, guidare auto potenti e uscire con gli amici.

L'incontro con il Texas Hold'em No Limit è avvenuto per caso quando navigando su internet mi sono ritrovato di fronte a una pubblicità di un sito di poker che mi ha subito incuriosito.

Così mi sono lanciato in questa avventura, registrandomi e giocando playmoney per i primi giorni.

Tuttavia dopo pochissimo tempo sono passato al gioco con soldi reali perchè mi sembrava una grossa carenza non investire proprio niente, inoltre passando a giocare limiti bassi sentivo che c'era la possibilità di imparare più velocemente e acquisire delle basi migliori dato il livello tecnico più elevato.

La mia ipotesi si è dimostrata veritiera, giocavo e imparavo. Per circa un anno ho continuato a giocare tornei e cash solo su questo sito con risultati comunque molto modesti per via della scarsa esperienza e per il fatto che non avevo nessun bankroll management.

Successivamente mi sono spostato su PokerStars per un periodo di circa 3 anni e ho giocato sempre a livelli bassi tornei e sit cash; i risultati stentavano comunque ad arrivare perchè non mi applicavo seriamente a migliorare il mio gioco, ad esempio leggendo dei libri o rivedendo le mie sessioni di gioco online.

Inoltre il fatto di giocare poco ( dato anche la presenza dell'Università in quel periodo ) non mi dava sicurezze e costanza. Nonostante questo periodo negativo con vincite limitate ho comunque acquisito una certa esperienza di base soprattutto perchè giocando pochi tavoli alla volta ho sviluppato i processi decisionali del gioco di base.
 

matteo vignoli.JPG

Un punto di svolta è stato il periodo di circa un anno in cui ho fatto una sessantina di sessioni cash live ai Casino di Lugano e Campione d'Italia, ottenendo ottimi risultati. In questo stesso periodo ho giocato anche i miei primi tornei live, vincendo il primo in assoluto giocato a Lugano dove il terzo classificato fu un certo Salvatore Bonavena.

In quell'ambiente oltre a lui ho conosciuto anche altri giocatori molto bravi come Gino Alacqua e Claudio Rinaldi.

Con l'entrata sul mercato delle room italiane ho deciso di provare quindi la strada del professionismo online sbarcando inevitabilmente su PokerStars.it.

Fin dall'inizio mi sono concentrato sul sit & go perchè sapevo che era la specialità che offriva un guadagno molto più costante.

I risultati mi hanno dato ragione anche perchè ho iniziato a studiare seriamente il gioco e a leggere libri sempre ed esclusivamente da autodidatta, se escludiamo l'unico player con cui ho avuto un confronto abbastanza costante che è il mio amico Mario Giannini.

I miei risultati più importanti sulla room con la picca sono stati la vittoria di varie orbite alte dei sit da 50 e 100, la vittoria dell'evento H.O.R.S.E. Low alle ultime SCOOP, la vittoria della leaderboard delle SCOOP e la conquista di questa finale del Dream Job, attraverso la Battle Of Planet.

Per quest'anno il mio unico obiettivo è concludere la rincorsa a Supernova Elite e giocare qualche MTT in più rispetto ai miei standard; mentre per l'anno prossimo ho intenzione di mantenere come base fondamentale per il guadagno il grinding dei sit, ma entrerò anche nel circuito live IPT giocando molti Main Event; ho inoltre già pagati 3 tickets per tornei molto costosi che sono il main event WSOP e le tappe di San Remo e Montecarlo del circuito EPT.

A questo punto mi sembra chiaro il mio grande sogno di diventare un Pro sponsorizzato da PokerStars.it, perchè è stata sempre la mia speranza nel cassetto dai tempi del .com e inoltre mi permetterebbe di confrontarmi con molti giocatori in più tornei molto importanti rispetto alle mie possibilità.

Per raggiungere l'obiettivo ce la sto mettendo tutta, cercando di seguire anche una politica fondamentale richiesta dalla room che e' quella di essere un giocatore all-around, che sappia cioè grindare a livelli molto spinti, che sappia giocare tecnicamente molto bene MTT sia live che online, che conosca tutte le varianti e che sia in grado di affrontare, quando sarà possibile, il gioco piu' importante che rimane il cash game a mio avviso.

Ciao

Matteo Vignoli alias 84KAKA84

dreamjob-header-it.jpg