javascriptNotEnabled
Home / Video /

Differenze tra i vari livelli dei microlimiti (pt 2)

http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg
 
 
Il fish sarà sempre tra di voi
I giocatori davvero scarsi giocano a tutti i livelli dei microlimiti. Tuttavia, come già accennato nella prima parte di questo articolo, più si sale di livello, meno se ne trovano. Il vostro obiettivo deve essere quello di giocare su questi avversari scarsi. Ma si arriverà ad un punto dove non ce ne saranno abbastanza da potersi guadagnare da vivere mentre si ignorano i regular. Per questo, più che la qualità dei fish, la differenza tra i vari livelli sta soprattutto nella qualità dei regular forti.
 
 
Cosa sa un regular forte
Innanzitutto, definiamo il termine "regular". Secondo me, il regular è il giocatore che gioca costantemente. Lo vedrete quasi sempre ai tavoli, ed avrete molte mani contro di lui. I regular di un livello corrispondono ad un piccolo numero di giocatori. Ne consegue che, ai microlimiti, giocherete la stragrande maggioranza delle vostre mani contro giocatori scarsi.
Definiamo adesso il termine "forte". Vincere è certamente un aspetto importante, ma un regular forte ha delle conoscenze di base che, dal NL10 in giù, corrispondono alle seguenti caratteristiche:

  • Consapevolezza della posizione. Capiscono che devono essere più chiusi dalle early position e più aggressivi in late position.
  • Riescono ad evitare di mettere in mezzo tutto il loro stack con top pair. Se riescono a foldare top pair dopo un raise al turn, mostrano di pensare alla mano del loro avversario.
  • Sanno quanto devono puntare. Non pushano o puntano ¼ di piatto in maniera casuale.
  • Riescono a fare una c-bet. Sanno che il gioco non è solo push/fold.

Un giocatore con queste caratteristiche può tentare il salto al NL25.
E per quanto riguarda il passaggio dal NL25 al NL50?

"Innanzitutto, dovete evitare di credere che si tratti di un passaggio definitivo. Provate a shottare il nuovo livello quando avete un buon bankroll, vi sentite a vostro agio ed avete battuto il livello precedente. Ed ecco qualche consiglio tecnico.
Provate il NL50 quando:
  • siete sicuri del vostro gioco preflop
  • avete una profonda conoscenza della posizione
  • riuscite ad avere una buona idea del range dei vostri avversari al river
  • sapete quando c-bettare."

Infine, quando un buon giocatore del NL50 è pronto per il NL100?

" - quando sapete come giocare un draw
- quando riuscite a trovare una buona opportunità per un semibluff
- quando riuscite a foldare AA/KK se non avete migliorato la vostra mano
- quando sapete come rispondere alle situazioni di steal dai blind"

 
 
Conclusione
Viene da se che, salendo di livello, troverete sempre più giocatori forti, meno giocatori scarsi e più aggressività. Non si tratta mai di enormi cambiamenti, ma se avete un gioco che non si adatta al gioco che vedete, arriverete ad un livello in cui avrete parecchie difficoltà. E no, non potrete essere giocatori di successo se deciderete di fermarvi dove il vostro gioco funziona ancora: piuttosto, cercate sempre di migliorarlo e di adattarvi, in modo da essere costantemente pronti per il prossimo salto.
 
Tratto dal forum twoplustwo
 
Tradotto da Marcellus88

 


Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso