Roma, 17 ottobre 2013 - Oggi mi sono svegliata di buon umore. In verità sono 3 giorni che lavoro duramente tutto il giorno, arrivo a letto morta, talmente stanca da essere disturbata anche nei sogni dai pensieri delle cose che ho fatto o che non ho ancora fatto. Eppure, mi sveglio con un sorriso sapendo che ho davanti un'altra giornata di duro lavoro, ma che affronterò nel giusto modo, con serenità e semplicità.
 
Le settimane scorse sono state forse il periodo più brutto di quest'anno. Ero appena uscita dal downswing di agosto, complice un settembre di grinding costante, intenso ed anche vincente ero serena nel procedere verso la chiusura dell'anno. Tuttavia verso fine setembre è successo qualcosa, non so, forse per la stanchezza fisica, forse per quella mentale, forse per i tanti cooler e le bad beat, ho perso il mio A-game. Ho continuato a cliccare ma onestamente in troppi spot non riuscivo più a comprendere non solo le giocate dei miei avversari, ma anche le mie. Quindi ho cominciato a giocare più tight, passando da un 26/22 (VPIP/PFR) ad un 21/17, ma non riuscivo proprio a reggere gli swing ed ogni scoppio si trasformava in una tragedia.
 
Ad un certo punto però mi sono detta: ma cosa stai facendo? Tiltare, whinare, arrabbiarsi cambierà le cose o rovinerà ancor di più la tua giornata? Allora ho capito che dovevo rimettermi in sesto, cambiare discipina per qualche tempo magari, ma soprattutto cambiare me stessa, riprendere il rigore e ritrovare la forza di volontà che mi hanno sempre sostenuto e permesso di andare avanti.
Mi sono decisa quindi ad abbandonare per qualche tempo il cash game, almeno finché non avrò tempo per rimettermi a studiare e analizzare le mie giocate e quelle dei miei avversari, l'indecisione era se grindare Heads-Up o Sit&Go. Approfittando però delle promozioni come le classifiche triple e i Golden Sit&Go, ho optato per i Sit&Go. Tutto sommato credo che sia la scelta migliore: il profit puro sarà più basso rispetto al cash o agli HU, ma come rendita oraria, rakeback inclusa, non è detto che sia peggiore delle altre 2 discipline, anche perchè in questo periodo c'è molto traffico e questo mi permette un multitabling 35x con cui riesco a totalizzare tantissimi VPP.

Intanto settimana prossima sarò a Sanremo per l'IPT. Non ho ancora provato la formula Accumulator e devo dire che non vedo l'ora! Specie per chi è poco fortunato nei live, e parlo di fortuna perché su un campione piccolo di mani come quello di un live (si giocheranno all'incirca 120/130 mani al giorno, mentre nell'online siamo abituati a numeri giganti come 8.000 mani cash al giorno) la fortuna ahimè conta, soprattutto per quanto riguarda la distribuzione delle carte: avere la possibilità di ripetere 3 volte il Day 1, significa già diluire la varianza su 3 giorni, e triplicare il sample size di mani. Inoltre a Sanremo avrò la possibilità di conoscere Ronaldo, e molti altri Supernova Elite che prenderanno parte all'esclusivo torneo e party a loro dedicato.
 
Al ritorno da Sanremo, grinderò ancora SNG per una decina di giorni, dato che ci saranno le ICOOP e multitablare tornei insieme ai SNG è più facile di mixare MTT e Cash. E poi si vedrà :D
Intanto vi lascio con il pensiero che mi tiene positiva ogni giorno, è una citazione di Gandhi:

"Mantieni i tuoi pensieri positivi
Perché i tuoi pensieri diventano parole
Mantieni le tue parole positive
Perché le tue parole diventano i tuoi comportamenti
Mantieni i tuoi comportamenti positivi
Perché i tuoi comportamenti diventano le tue abitudini
Mantieni le tue abitudini positive
Perché le tue abitudini diventano i tuoi valori
Mantieni i tuoi valori positivi
Perché i tuoi valori diventano il tuo destino."