javascriptNotEnabled
Home / Video /

Delayed c-bet (pt 2)



http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg


Nella prima parte dell'articolo abbiamo detto cosa è una delayed c-bet e analizzato in generale quando è meglio non effettuare una giocata simile, chiedendo a voi quando sarebbe stato oppurtuno farla. Ripetiao allora la domanda: quando effettuare una delayed c-bet?

1 - Se abbiamo due overcard (es. AJ) su un board basso e semi-coordinato (872), il nostro avversario non folda praticamente nulla. Nel suo range ci sono tanti progetti ed anche qualche coppia. Quindi, in un caso del genere, è preferibile checkare dietro al flop. Se al turn esce una carta alta (J+), è bene puntare. Ciò perché, quando rilanciamo preflop, i nostri avversari ci mettono spesso su un range come AK/AQ. Su un board basso, quindi, non foldano neanche le loro middle/bottom pair, e quando al turn esce una carta alta maledicono la loro sfortuna e foldano la loro pocket pair di 5. Quando qualcuno ci chiama al flop e/o al turn, probabilmente ha una mano non molto forte, perché qualora l'avesse avuta, avrebbe rilanciato.

2 – Su un turn blank. Se, ad esempio, abbiamo checkato su flop ed al turn scende un , e l'avversario checka il turn, è molto probabile che abbia una mano debole o un draw, perché se avesse avuto un punto forte avrebbe, verosimilmente, puntato. Ma se al turn chiama, al river dobbiamo puntare per outplayare tutti i draw e le mani deboli che ci battono. Se al turn esce una carta come A, K, Q, J, T, 9, 8, 7, 3, continuiamo a checkare. Potreste pensare: "C***o, sono un sacco di carte!". E' proprio per questo che abbiamo checkato su questo flop – ci sono troppe carte che possono completare il progetto, o comunque migliorare la mano dell'avversario. Se scende una carta a cuori e checka, puntiamo, e puntiamo ogni river non di cuori, in quanto potrebbe aver preso un flush draw al turn.

3 – Quando aumentiamo la nostra equity al turn. Ad esempio, su flop T76r, decidiamo di non puntare il nostro AQ perché crediamo che non sia profittevole farlo. Ma se a turn esce una J e l'avversario checka, abbiamo aumentato la nostra equity e possiamo puntare.

4 – Pensiamo che il nostro avversario possa floatare il turn e foldare al river. Al river, nessuno può avere un progetto: hanno una mano già completata prima, hanno legato qualcosa o hanno un draw mancato. Quindi, se pensiamo che possa aver legato un progetto al turn che non si chiude al river, puntiamo entrambe le strade, ad eccezione soltanto di un A. Nessuno folda un progetto di colore nut, ed adesso non folderanno nemmeno top pair. Quindi checkiamo dietro se abbiamo una mano con un po' di valore di showdown, o facciamo una block bet, se pensiamo che il nostro avversario non rilanci una mano come top pair.

5 – Il nostro avversario ha una bassa % di bet vs missed c-bet, e bassa % di went to SD. Questi avversari non giocano sulle nostre debolezze, ma soltanto con le loro mani.

Detto ciò, quando non dobbiamo effettuare una delayed c-bet?
1) Quando il board si accoppia al turn
2) Quando la carta hitta molti draw
3) Quando l'avversario non folda facilmente

Quando il board s'accoppia, è più difficile che abbiamo una monster perché le combinazioni diminuiscono. Quindi, se il flop è , ed il turn è un , le combinazioni di 8x diminuiscono in quanto ce ne sono già 2 sul board, e questo spingerà l'avversario a chiamarci anche con mani non fortissime, rendendo dunque un nostro bluff più difficile.

Il flop è ed il turn è un . Se il nostro avversario aveva qualsiasi tipo di draw al flop, questa carta li chiude tutti tranne QJ senza cuori. Potrebbe avere scala, colore, coppia+progetto di scala, set...Le sole combinazioni che facciamo foldare sono due overcard che ha deciso di floatare, forse qualche coppia piccola. Ma anche qui, non c'è nessuna garanzia che foldi.

Il nostro avversario non folderà nessuna coppia, a volte neanche bottom pair. Molte persone arrivano a 3barellare contro questi avversari, e poi si lamentano perché hanno chiamato con bottom pair. Ma...Indovinate? I giocatori scarsi giocano così! Non bluffiamoli, value-bettiamoli.

In conclusione, quando rilanciamo preflop, qualche volta abbiamo la possibilità di checkare. Possiamo farlo per vari motivi, ed uno di questi è che riteniamo che una c-bet al flop non sia +EV, mentre lo sarebbe una delayed c-bet. Tutto ciò va fatto, ovviamente, in base al nostro avversario, al board, alla nostra mano e alle possibili carte al turn. Decidiamo se puntare al turn o no in base a come la carta al turn hitta il range del nostro avversario ed il nostro range percepito.

Ricordiamo sempre di non bluffare le calling station, perché ci chiameranno.

 
 
Tratto dal forum twoplustwo
 
 
Tradotto da Marcellus88
 
Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso