Ho giocato molto su PokerStars.it quest'anno, trovando un'offerta sempre all'altezza delle mie attese. Il mio obiettivo per il 2013 è quello di essere il primo a ottenere lo status di Supernova Elite su PokerStars.it.

Sono piuttosto convinto di potercela fare, nonostante i molti appuntamenti live in calendario rendano l'impresa un po' più complessa. La promozione Race to Supernova Elite avrà termine nella prima parte dell'anno. Per chi non lo sapesse, lo status di Supernova Elite è il livello più alto del programma VIP di PokerStars. Per ottenerlo è necessario guadagnare 1.000.000 VPP (VIP Player Points) durante un anno, ma probabilmente non serviranno che pochi mesi prima che qualcuno centri il traguardo. Al momento ho già ottenuto circa l'80% del punti richiesti. 
 
dario-minieri-0804.jpg
Prevalentemente gioco heads-up sit-n-go (€250 buy-in), non disdegnando i no-limit hold'em cash game (€2/€4, €3/€6, e €5/€10), e dedicando un po' del mio tempo anche al pot-limit Omaha (€5/€10). Mi darò da fare con questi giochi fino a quando non raggiungerò lo status di Supernova Elite, a quel punto passerò ai tavoli six-handed, aggiungendo qualche altro gioco. Gli heads-up sit-n-go sono la formula più veloce per accumulare VPP, e questa è la ragione che mi spinge a dedicarvi la maggior parte del mio tempo.

Ovviamente gioco molto multi-table, di solito con 9 tavoli alla volta. È un'esperienza che può risultare alquanto stressante, dato che devi concentrarti su così tante cose contemporaneamente. Molti regular disputano questi tipi di gioco perché rappresentano un'ottima palestra. Personalmente visualizzo tutti i tavoli su un unico schermo, soluzione che preferisco alla divisione su più monitor che mi costringerebbe a muovere la testa continuamente da una parte all'altra.

La verità è che quando giochi su più tavoli contemporaneamente prendi la maggior parte delle decisioni su criteri matematici e non sul gioco degli altri avversari, si tratta di qualcosa cui sono abituato. Penso che giocare in questo modo permetta di apprendere la matematica, nonché di apprezzarne ancor di più l'importanza nel poker.

Un'altra ragione che mi ha reso felice di dedicarmi quasi esclusivamente al poker online in questo momento è che credo che ciò mi aiuterà a migliorare il rendimento negli eventi live. Anche solo il volume e il numero di mani disputate mi sta aiutando a riflettere sul gioco. Quando ripenso al passato mi rendo conto che è così che ho iniziato al giocare a poker, sui tavoli virtuali, e quindi ritengo che la cosa gioverà quando tornerò ad agire sui palcoscenici live.

Detto questo, non mi limito a giocare a poker online 24 ore al giorno. Sono stato in palestra e ad allenarmi, perché restare fisicamente in forma è importante non solo per ragioni di salute, ma mi aiuta anche a rilassarmi e a staccarmi dal computer di tanto in tanto.


Dario Minieri è un giocatore del Team PokerStars Pro