Ho iniziato a frequentare il circuito dei tornei sin dagli ultimi anni 90' e molte cose sono cambiate da allora, sia in termini di luoghi da raggiungere che dal punto di vista dei miei impegni. Quando iniziai a giocare, non potevo neppure immaginare di perdermi un torneo! I buy-in erano più contenuti. Giocavo qualunque cosa, dai tornei da $100 fino a $1.000 e occasionalmente qualcosa di ancor più sostanzioso, ma erano occasioni rare e distanti temporalmente.

Negreanu-07-03-2.jpg

Ho anche giocato tutti gli eventi preliminari, molto differenti da ciò che conosciamo oggi. Avrei potuto prendere parte a un $300 Omaha HL, seguito da un $500 7 Card Stud, un $200 limit hold'em, $300 Razz, e un $300 no-limit hold'em. Il poker è cambiato radicalmente e nei tornei preliminari oggi troviamo comunemente il no-limit hold'em.

L'altra grande differenza risiede nei viaggi. All'epoca mi spostavo solo all'interno del territorio statunitense. Il poker non era così popolare a livello globale prima del boom di Internet, ma in America c'era un torneo ogni mese. Per esempio ricordo ancora un mio calendario stilato nel 1997:

Settembre - Legend of Poker- Bicycle Club a Los Angeles

Ottobre - Four Queens a Las Vegas

Novembre - World Poker Finals a Foxwoods in Connecticut

Dicembre - Taj Mahal ad Atlantic City

Gennaio - Carnivale of Poker a Rio in Las Vegas

Febbraio - LAPC a LA

Aprile - WSOP Las Vegas

Giugno - California State Championship al Commerce in LA

Luglio - Orleans Open all'Orleans in Las Vegas

Luglio - Heavenly Hold'em al Commerce in LA

Ognuno di questi viaggi durava circa un mese e mi consentiva di disputare ogni singolo torneo! C'è stato un periodo in cui vinsi un torneo in quattro tappe consecutive. Alle World Poker Finals vinsi uno dopo l'altro i tornei limit hold'em e il premio come giocatore dell'evento, poi conquistai il mio primo braccialetto alle WSOP, seguito dalle vittorie del California State Championship, dell'Orleans Open, e un'altra vittoria all'Heavenly Hold'em. La vittoria delle WSOP fu il risultato più significativo: $169,460 mentre il precedente premio più importante era stato da $40,000.

Vorrei spendere una parola sul mantenere un elevato volume di gioco per rimanere "in botta". Ammiro la tenacia e l'impegno di Jason Mercier visto il suo programma per il 2013. Per quanto mi riguarda, mi trovo in un momento della mia vita nel quale non voglio spendere lo stesso tempo a viaggiare, ed è diverso adesso date le numerose trasferte estere in Europa. In passato ero single e non avevo intenzione di sistemarmi. Adesso ho 38 anni, e in un prossimo futuro avrò dei piccoli Negreanu, dovrò quindi ridurre i miei viaggi. Giocherò sempre tornei di poker, letteralmente per il resto della mia vita. Diventando più vecchio sorgono maggiori responsabilità, e ciò richiede più attenzione e saggezza nelle scelte compiute.

Devi essenzialmente prefigurare quello che trovi più adatto a te, e quali sono le conseguenze nella tua vita. Dal mio punto di vista, 6 settimane consecutive in Europa sono troppo. Il programma è denso di eventi, e intendo partecipare, ma come negli allenamenti in palestra, le fasi di riposo sono cruciali per rendere al meglio.

 

Daniel Negreanu è un membero del Team PokerStars Pro