javascriptNotEnabled
Home / Video /

Cosa serve per diventare un PRO? Più di quello che pensate! (di Chris Moneymaker)


Probabilmente, la domanda che mi fanno più spesso – a parte "Moneymaker è il tuo vero nome?" - è: "Cosa serve per diventare un pro?"
Sotto certi aspetti, la risposta è semplice. Cosa serve per essere classificato come un professionista di poker? Abbandona il tuo lavoro. A questo punto, sarai un poker pro! Ma in tutta onestà, la decisione di diventare un pro è molto più difficile. O, almeno, dovrebbe esserlo.
E' passato molto tempo e qualcuno potrebbe non ricordarlo, ma dopo aver vinto le WSOP nel 2003, non sono subito diventato un pro. Sono tornato a lavorare per circa 8 mesi, anche perché non ero sicuro di voler essere un giocatore professionista.
Ci sono molte cose da considerare, prima di intraprendere questa carriera. Prima di tutto, se vuoi diventare un pro, devi amare questo gioco. Dev'essere qualcosa che ti appassiona a tal punto che devi essere sicuro che continuerai ad amarlo per il resto della vita.
Il poker per te dev'essere divertente, devi essere un ottimo giocatore e devi decidere che passerai la maggior parte del tuo tempo a giocare. Ma quando si diventa pro ed il poker diventa il tuo lavoro a tempo pieno, la passione si trasforma in lavoro e subentrano molte responsabilità.
 
 
Essere preparati a studiare
Il gioco diventa più difficile ogni anno che passa, e considerando che solo il 5% delle persone che giocano a poker riescono a vivere di questo, significa che per diventare un pro si deve studiare molto.
Quelli che nel 2005 o 2006 erano buoni giocatori, non è detto che lo siano anche nel 2013, specie se non hanno evoluto il loro gioco. Si deve essere consapevoli che valutare le statistiche, cercare le leak e, nel frattempo, continuare a giocare in maniera costante, richiede tantissimo lavoro.
Anche i migliori giocatori al mondo parlano con gli altri delle loro mani per migliorarsi continuamente. Quindi, prima di scegliere di diventare poker pro, è importante di essere sicuri di avere una buona cerchia di parigrado con cui parlare. Ed essere pronti ad accettare che dovremo lavorare molto anche al di fuori dai tavoli è un'altra cosa molto importante.

8G2A7543_PCA2013_Chris_Moneymaker_Neil Stoddart.jpg

 
 
Essere preparati a cambiare vita
Se sei giovane e single, essere un giocatore di poker è probabilmente qualcosa che puoi fare. Ma se pensi che ti piacerebbe, un giorno, sposarti e mettere su famiglia, devi sapere che la vita che hai scelto potrebbe non essere adatta ai tuoi obiettivi futuri.
Lo stile di vita di un professionista di poker – stare svegli fino a notte fonda, essere spesso in viaggio, attraversare momenti di salita e discesa economica – non si legano bene con l'avere una famiglia. Io sono stato molto fortunato, perché grazie alla mia vittoria alle WSOP ho la possibilità di prendermi anche dei periodi di pausa. Ma la maggior parte dei poker pro non hanno questa scelta, e per questo essere un pro ed avere una famiglia potrebbe essere un obiettivo molto difficile da realizzare.
 
 
Essere preparati a considerare il poker come un business
Quando diventi un poker pro, devi ovviamente considerare che dovrai pagarti da solo le spese mediche, le tasse ecc. - tutto ciò che riguarda un qualsiasi lavoro freelance.
Inoltre, tieni a mente che, una dolta diventato poker pro a tempo pieno, difficilmente potrai tornare a fare il lavoro che svolgevi prima di diventarlo. Se sono passati 5 o 10 anni per farti capire che il poker non è la tua strada, devi essere conscio che la tua carriera lavorativa ha avuto un grosso buco durante questi anni. Nel curriculum non potrai di certo scrivere "poker player", perché in molti penseranno che sei semplicemente rimasto a casa a giocare ai videogiochi.
 
 
Pensare per il lungo periodo
Quando molte persone decidono di diventare poker pro, pensano all'immediato, e non al futuro. Non tengono il futuro in considerazione, quando invece è molto importante farlo.
Se a 21 anni ami il poker, e decidi di diventare un pro, devi essere sicuro che a 31 anni amerai ancora questo gioco. E mentre pensate a quanto siete appassionati al gioco, pensate anche se siete o meno abbastanza appassionati da dedicare ore ed ore di studio, da cambiare totalmente il vostro stile di vita, e se la passione rimarrà ancora, dopo che avrete trasformato il gioco in un lavoro.
Essere poker pro è grandioso, ma richiede tantissimo lavoro. Devi amare il gioco, ma devi anche essere pronto a passare attraverso migliaia di sfide.

 
 
Tradotto da Marcellus88

Fonte:www.pokerstarsblog.com/team_pokerstars_blogs/chris_moneymaker_1/2013/what-does-it-take-to-become-a-poker-pro-130374.html

Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso