javascriptNotEnabled
Home / Corsi / Software /

Holdem Manager

Configurare e usare L'HUD di Holdem Manager

Come configurare l'HUD di Holdem Manager.

 
In questo articolo introduciamo l'utilizzo dei programmi di statistica per giocare i Sit & Go. Il programma di cui tratteremo è Holdem Manager, ma le stesse statistiche esistono anche per gli altri programmi concorrenti. Iniziamo con elencare le stats e descriverle:

Per comodità uso tre linee di HUD e dei colori che mi aiutano a individuare immediatamente la statistica in oggetto. I colori sono soggettivi, vi scriverò i miei ma può darsi che per voi sia più intuitivo impostarli diversamente. Uso così tante statistiche per poter evitare di aprire spesso i pop-up a favore di un multitabling più spinto. Giocando i tavoli stacket (sovrapposti) non si hanno problemi di dimensioni. Nei video che produco spesso vedrete l'hud e, grazie a questo articolo, potrete anche interpretare meglio le statistiche.

Mettiamo in prima linea:

VPIP -> colore verde -> indica la percentuale di volte che il giocatore mette volontariamente money nel piatto (escludendo i bui) e quindi ci dà una dimensione abbastanza precisa del range di mani che gioca.

PFR -> colore verde - > ci indica la percentuale di mani che questo giocatore rilancia pre-flop

PFR (EP) -> colore giallo -> ci indica la percentuale di mani che questo giocatore rilancia pre-flop dalle Early Position, UTG, UTG+1 e UTG+2 (se il tavolo è da 10)

Flop Ag Factor -> colore Rosso -> ci dà un'idea del suo tasso di aggressione al Flop

Limp/fold -> colore arancione -> ci aiuta in mlte situazioni limite dove dobbiamo decidere se aggredire gli HBL

WTSD -> colore azzurro -> ci indica le percentuale di volte che un giocatore arriva allo show down

Per avere statistiche utili, occorre filtrare le stats in base al numero di giocatori al tavolo. Sicuramente le persone giocano diversamente quando siamo col tavolo piano o quando siamo in bolla, per evitare di avere statistiche falsate, meglio filtrerle per numero di giocatori. L'ideale sarebbe avere un filtro per L'HU, uno per l'ITM, uno per la bolla, uno per il gioco in 5 e un ultimo per tavoli da 6 a 10 giocatori. Se non avete una mole di gioco altissima, potreste trovare difficoltà ad usare tutti questi filtri a causa delle poche mani giocate, in questo caso dividete almeno in due categorie: da 5 a 9 e da 2 a 4 giocatori.

Detto questo, la prima linea ci dà delle indicazioni sullo stile generale del player permettendoci di classificarlo nelle principali categorie..... vediamo come:

VPIP < 5 = Rock

VPIP da 6 a 15 = Tight

VPIP da 16 a 25 = Loose

VPIP da 26 a 35 = Very Loose

VPIP > 35 = Maniac

Il PFR dovrebbe essere pari a circa i 2/3 del VPIP per avere una sana caratteristica aggressiva. Se il PFR è minore dei 2/3 di solito c'è qualche leak da colmare perchè il giocaotre è troppo passivo.

Flop Aggressione Factor = 3 per avere una normale aggressione al Flop caratterizzata da una sana percentuale di C-bet e di bet per valore. Se siamo sotto il 3 significa che missiamo troppo spesso la c-bet o giochiamo in maniera troppo passiva i punti forti, se siamo molto sopra il 3 significa che stiamo esagerando con l'aggressione.

WTSD indica quanto spesso si arriva allo showdown. Nelle fasi coi bui bassi, arrivare spesso allo showdown è sintomo di giocatori che non mollano i draw ma nemmeno i punti deboli come middle pair. Oppo con WTSD alto, spesso non folda alla c-bet e non è bluffabile, evitare contro di lui anche i semibluff.

Limp/Fold ci aiuta invece nelle fasi di middle/late game e ci permette di capire quanta F.E. abbiamo su questo giocatore e con che range è quindi profittevole aggredirlo (vedi articolo "aggressione agli HBL")

Vediamo un po' alcune tipologie note di giocatori come dovrebbero avere le statistiche:

TAG (Tight Aggressive) = classiche statistiche da giocatore Regular che studia, VPIP da 8 a 14, PFR da 6 a 12, FAF circa 3

LAG (Loose Aggressive) = VPIP da 18 a 28, PFR da 12 a 22, AF circa 3

Maniac = VPIP >35, PFR vicino al VPIP, FAF maggiore di 3

Calling Station = VPIP >25, PFR <6, FAF circa 1, WTSD molto alto

queste le 4 categorie principali, poi naturalmente ci sono una quantità infinita di vie di mezzo, queste categorie servono solo per darvi uno spunto su come leggere le statistiche della prima linea.

Passiamo alla linea due

Att. to steal from SB -> Verde scuro
Att. to steal from BU -> Verde
Att. to steal from CO -> Verde Chiaro

Queste sono le percentuali di steal dalle tra posizioni, in pratica danno il range usato dall'oppo per effettuare lo steal.

Limp from SB -> Giallo -> Indica quanto spesso l'avversario limpa dallo Small Blind

Fold VS restealfiltro -> Rosso -> Indica quanto spesso l'oppo folda se rilanciamo in re-steal

Questa linea è importante per le fasi di middle game e anche per le fasi di push/fold, ci aiutano a capire i range degli avversari per prendere le contromisure con dei call corretti o dei re-steal (vedere articolo "l'arte del resteal"). Durante l'analisi post sessione, potete usare queste statistiche per definire in modo abbastanza preciso i range degli avversari e studiare con che range fare contromosse. Dopo un po' di esercizio sarete in grado di usare le stats durante la sessione trasformandole immediatamente in range.

Nella terza riga inseriamo


Fold BB to steal -> Rosso -> La percentuale di volte che l'avversario folda il suo BB ad uno steal, utile sia in middle game che in fase push/fold

Fold SB to steal -> Arancione -> La percentuale di volte che l'avversario folda il suo BB ad uno steal, utile sia in middle game che in fase push/fold

Queste due statistiche ci aiutano a capire quanto possiamo aggredire gli avversari sui bui con uno steal o con un push.

3bet -> Giallo -> Utile per capire i range di re-steal degli avversari

Fold to C-bet -> Rosso -> Indispensabile per il gioco post-flop, unita a WTSD ci aiuta a capire quanta resistenza opporrà questo avversario e quando fare una secondbarrell con profitto.

Hands -> Azzurro -> Questa stats ci indica il numero di mani che abbiamo giocato contro questo avversario.

Alcune stats, come quelle della prima linea, sono affidabili gia dopo poche mani, per gli steal e le 3bet occorrono campioni molto più grandi per avere range precisi. Durante la sessione dobbiamo guardare principalmente la prima linea, dopo aver definito l'avversario, possiamo usare le altre linee per avere range più precisi quando abbiamo tante mani.

Per questo articolo introduttivo è tutto, prossimamente ci saranno degli articoli di approfondimento dove vedremo come applicare le statistiche nelle varie situazioni gia analizzate.
Holdem Manager - Analizzare i report

Video di bugno84 che vi insegnerà a studiare i report di Holdem Manager.

Vai alla prossima lezione
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso