javascriptNotEnabled
Home / Video /

Come fanno i giocatori non-razionali ad avere successo nel poker? (parte 5)

Clicca qui per la prima, la seconda, la terza e la quarta parte dell'articolo
 
Il processo di disapprendimento e ri-apprendimento che abbiamo accennato nella prima parte dell'articolo è fondamentale. Le "voci" che ci dicono quale sia la scelta corretta o meno si sviluppano quando arriviamo alla quarta fase del processo d'apprendimento. Il problema è che, talvolta, impariamo a livello di competenza inconscia qualcosa di sbagliato. Quando riusciamo ad individuare uno di questi errori nel nostro gioco, per disapprenderlo e ri-apprendere la situazione corretta, allora il nostro gioco avrà compiuto un passo in avanti. Quindi, se in testa avete una voce che dice "Chiama, il piatto è troppo grande" ed un'altra che dice "Folda, il tuo avversario sta facendo una value bet col nuts", dovete riuscire a capire quale di queste due voci "inconsce" è la più adatta alla situazione in cui vi trovate.
 
Quando apprendiamo qualcosa di estremamente complicato come il poker, credo sia di fondamentale importanza conoscere bene il processo di apprendimento, per avere una migliore idea del viaggio intellettuale che stiamo per affrontare. Io ho commesso l'errore di provare ad esternare tutti i miei processi di pensiero, senza riuscire a capire quanto potesse essere forte la parte inconscia della mia mente. C'è un motivo se tanti giocatori che giocano "a sensazione" raggiungono il successo. Loro hanno le abilità interpersonali che gli consentono di comprendere non solo i loro avversari, ma anche il flusso del gioco durante una determinata partita. Queste sono abilità di cui si discute raramente nel poker, perché sono difficili da razionalizzare.

 
Il motivo per cui la parte inconscia della mente è più adatta a questi tipi di ragionamento è a causa delle informazioni pure che vengono processate. Possiamo analizzare la giocata di un nostro avversario analiticamente: "Ok, ha rilanciato preflop, è un giocatore tight, quindi ha una mano decente. Ha puntato al flop, e questa potrebbe essere una normale continuation bet. Al turn ha puntato un importo più piccolo, quindi forse ha una buona mano che ha paura del colore, o magari sta cercando di farsi pagare una monster. È anche possibile che abbia coppia + progetto di colore, o qualche combo draw. Non penso che sia il tipo di giocatore da effettuare una second barrel con leggerezza, ma probabilmente lo sta facendo perché questo board non hitta spesso il mio range." Andare ad analizzare tutte le possibilità è un processo molto lungo, e penso sia difficile tenere in considerazione tutti i fattori coinvolti in maniera attiva nella parte conscia della mente. Ecco perché è meglio tenere questi processi al nostro interno, anziché provare ad esternarli.
 
In conclusione, credo che la cosa migliore sia bilanciare i ragionamenti analitici ed i processi della parte subconscia della mente. È raro che un giocatore riesca a fare un uso eccelso di entrambe. Generalmente, i giocatori rientrano nell'una o nell'altra categoria. Tuttavia, se volete diventare giocatori più versatili, è fondamentale che riusciate ad utilizzare costantemente entrambe queste tecniche. Bilanciarle non sarà affatto facile, ma dovrebbe essere l'obiettivo che ogni giocatore di poker dovrebbe porsi.
 
Tratto dal forum twoplustwo
Tradotto da Marcellus88
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso