javascriptNotEnabled
Home / Video /

#ChiediloAiPro: rimanere sereni dopo una perdita


La domanda che abbiamo selezionato per questa puntata di "Ask the Pros" è stata fatta da Julie Lamontagne, ed è qualcosa con la quale tutti i giocatori di poker hanno a che fare, generalmente su base giornaliera. Non è mai facile, ma con la pratica si può migliorare. Ecco la domanda.
 
Julie Lamontagne: Come fate a controllare le emozioni dopo aver perso un piatto molto grosso? Io generalmente non ci riesco, ed inizio a giocare in maniera pessima dopo che succede!

Le risposte sono arrivate dalle nostre giocatrici preferite, quelle del Team Pro di PokerStars.

Leo Margets: Io non tilto mai dopo aver perso. La chiave è non essere result-oriented. Se arrivo alla conclusione di aver fatto la giocata corretta, non ho motivo di preoccuparmi. Le bad beats sono parte del gioco. Se penso di non averla giocata nel migliore dei modi, scrivo com'è andata e la analizzo dopo il torneo/la partita di cash game. E' molto meglio rispetto al tenere la mente occupata per ripensare alla mano precedente, perché si rischia di non accorgersi di informazioni importanti.

Leo Margets 2.jpg

Vivian Im: Mangio dolci ed ascolto musica; in pratica, cerco di pensare ad altre cose. Quando proprio non riesco a controllare le mie emozioni, mi alzo qualche minuto e vado fuori per calmarmi.

Fatima Moreira de Melo: E' questione di pratica. Quando si gioca a poker, si deve considerare il perdere come una parte normale – e molto grande – del gioco. Ciò che mi aiuta davvero è sapere che ho fatto il massimo per cercare di fare la giocata corretta, ed accettarne le consequenze mi risulta più semplice.

Liv Boeree: Servono pratica ed esperienza. Impareremo a controllare le nostre emozioni, e grazie a questo commetteremo meno errori. Comunque, la cosa davvero importante da ricordare è che commettere errori è una buona cosa: senza farli (ed, ovviamente, senza cercare di capire dove li abbiamo fatti) non miglioreremo mai. Durante la mia carriera ho fatto moltissimi errori, e sono grata perché, per ogni errore, ho avuto la possibilità di migliorarmi.

Victoria Coren-Mitchell: Quando gioco a poker, lascio le emozioni da un'altra parte. Se perdo una grossa mano, cerco di capire se ho commesso un errore (per non rifarlo più in futuro), se il mio avversario è stato più bravo di me (e me ne ricorderò la prossima volta) o se sono solo stata sfortunata (in questo caso, non mi tange proprio). Se siete dei giocatori che giocano male dopo aver perso un colpo, la cosa migliore da fare è alzarsi e recuperare la propria lucidità.

Natalie Hof: Non ho problemi di controllo delle emozioni quando gioco a poker, ma ad essere onesta, fino a qualche tempo fa li avevo. Il mio consiglio è di saltare qualche mano e farsi una passeggiata per liberare la mente. Ci eviterà di commettere dei grossi errori.

Celina Lin: Perdere una grossa mano può essere difficile, soprattutto se si viene eliminati da un torneo o se si perde uno stack al cash game. Le persone metodiche cercano di analizzare la mano per capire se e dove hanno sbagliato. Se ci sentiamo duramente colpiti da questa perdita, forse è meglio alzarsi e fare due passi. Personalmente odio perdere una grossa mano, che sia per colpadi un mio errore o meno. Consiglio la shopping therapy: vi assicuro che funziona.

Celina Lin 6.jpg

 
Tratto da pokerstarsblog.com
 
Tradotto da Marcellus88

Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso