javascriptNotEnabled
Home / Video /

C-bet (pt 2)


http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg


Nella prima parte dell'articolo abbiamo nominato i fattori da tenere in considerazione per effettuare una c-bet, fattori che andremo adesso ad esporre.

La nostra mano
Quando si parla di continuation bet, ci si riferisce spesso ad un bluff quando missiamo il flop. Comunque, ogni tanto, siamo fortunati e leghiamo un punto. In questi casi dovremmo valuebettare praticamente sempre, a meno che non prendiamo un punteggio che ci fa già virtualmente vincere la mano (come full, poker, top set su board dry e cose del genere). Se floppiamo una monster possiamo permetterci di dare al nostro avversario un po' di corda per suicidarsi. Se invece leghiamo "solo" una buona mano, slowplayando abbiamo poco valore (e molti rischi).
Contro avversari migliori, possiamo iniziare a checkare qualche mano forte per bilanciare.
 
Numero di avversari
In questo caso, terremo molto più in considerazione le c-bet in bluff.
  
Possiamo qui citare una celebre frase di Lincoln che calza a pennello con quanto stiamo per dire: "Puoi ingannare tutte le persone qualche volta, e puoi ingannare qualche persona tutte le volte, ma non puoi ingannare tutte le persone tutte le volte".
Se giochiamo contro più avversari, le possibilità che qualcuno abbia legato al flop aumentano di molto. Supponiamo che ogni giocatore manchi il flop il 70% delle volte (per ragioni matematiche, assumiamo che questi eventi siano indipendenti). Se ci troviamo contro due giocatori, le probabilità che entrambi non leghino scende al 49%; contro tre avversari, al 34%. Quindi, più avversari fronteggiamo, minori sono le possibilità di vincere il piatto con una c-bet.
Quanto detto porta al consiglio di giocare in maniera semplice in un piatto multiway. Possiamo c-bettare tranquillamente in heads up, ma stiamo più attenti in 3 way. Se ci troviamo contro due o più avversari, abbiamo bisogno di una più che valida motivazione per c-bettare in bluff.
 
La nostra posizione
Com'è risaputo, nel poker la posizione è conoscenza, la conoscenza è potere ed il potere è denaro. Se siamo gli aggressori preflop, siamo in posizione e tutti checkano fino a noi, riceviamo qualche informazione sullaforza delle mani avversarie (anche se non è da escludere che qualcuno checki per poi rilanciare ad una bet). Quindi, la maggior parte delle volte, potremo portarci il piatto con una c-bet.
Se invece siamo fuori posizione, non abbiamo alcuna informazione su quanto possa piacere il flop al nostro avversario, e dovremmo essere un po' più cauti.
Dobbiamo stare attenti a quei giocatori che provano ad exploitare chi c-betta frequentemente chiamandoli in posizione, chiamando la bet al flop e puntando al turn quando ricevono un check. Questa mossa è conosciuta come "floating".
 
La nostra immagine
La percezione che i nostri avversari hanno di noi ha una grande rilevanza per il successo dei nostri bluff. Se siamo stati nitty per 30 mani e rilanciamo da early position, la nostra c-bet ha ottime possibilità di successo. Se invece siamo stati molto aggressivi e rilanciamo da cut off, ci sono molte possibilità che qualche avversario preparato inizi a chiamarci, o addirittura a rilanciarci.
Da notare la parola "preprato". Fortunatamente, esistono molti avversari deboli che non fanno caso alle nostre azioni, sopratutto ai microlimiti. E questo li rende ancora più deboli. In particolare, è più difficile notare un giocatore che sta giocando tight da uno che sta giocando loose, sopratutto senza il supporto di Hold'Em Manager. Però, notare lo stile di gioco di un avversario ed adattarsi a questo stile di gioco sono due cose completamente differenti. Per questo dobbiamo ricordarci il mantra dei microlimiti: "Non stanno preparando delle contromosse al nostro gioco". Per questo, in una situazione ideale dove il tavolo è pieno di questi giocatori, la nostra immagine gioca un ruolo meno importante, ma comunque non inutile.

 
Tratto dal forum twoplustwo
 
 
Tradotto da Marcellus88
 
Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso