javascriptNotEnabled
Home / Video /

Backgammon con papà (di Chad Brown)


Sono cresciuto a New York, così quando ho un po' di tempo libero ci torno per far visita ai miei amici e alla mia famiglia. Mio padre adesso vive a Yonkster, ma quando era piccolo viveva nel Bronx. Ho vissuto da lui gli anni delle scuole superiori, perché la scuola superiore che volevo frequentare era nel suo distretto. Ero un giocatore di baseball, e quella scuola aveva il miglior programma di baseball.

Il baseball non era l'unica cosa che giocavo da piccolo. Infatti, mio padre mi ha probabilmente dato il pallino del poker. Allora, aveva un club di poker. Quando non era al club, giocavamo a Gin Rummy uno contro l'altro. Gin Rummy era un gioco molto popolare a quei tempi: aveva lo stesso ruolo che ricopre il poker cinese nelle persone di oggi. Le persone giocavano a Gin Rummy in attesa che iniziasse il torneo di poker.


chad_brown_tweet.jpg


Oggi poche persone giocano a Gin Rummy, ma mio padre è ancora estremamente competitivo. Era naturale che qualcosa avrebbe colmato il vuoto lasciato dal Gin Rummy, e per mio padre questo qualcosa è stato il backgammon.
Non ricordo quando abbiamo iniziato a giocarci, ma credo che qualcuno, una volta, abbia portato un set di backgammon al club di mio padre, ed abbiamo imparato a giocarci. Era un signore che ci giocava per soldi, e sono abbastanza sicuro che sia stato lui ad insegnarmelo.

Adesso, con mio padre, giochiamo a backgammon. Quando torno a New York ci sfidiamo sempre, e chi vince ha il diritto di vantarsi di essere il campione.
Siamo entrambi molto competitivi. Giocare a backgammon l'uno contro l'altro è diventato un diversivo molto divertente che include tantissimo trash-talking. In trance agonistica ci diciamo di tutto, ma sempre sapendo che nessuno manca di rispetto all'altro. A volte capita che qualcuno fa una mossa e l'altro dice: "Hai fatto veramente questa mossa? Wow, tu mi stai praticamente pregando di vincere, con una mossa così stupida!"
 
Mio cugino/amico Vinny
Quando eravamo piccoli giocavamo a gin rummy per vincere qualcosina. Adesso lo facciamo solo per il diritto di vantarci di aver vinto. Il mio miglior amico d'infanzia, Vinny, viveva con la sua famiglia a Westchester. Lo conosceva, ovviamente, anche mio padre, ed ogni volta che vinceva lui mi diceva: "Non dimenticarti di far sapere a Vinny chi è il campione!"

L'ultima volta che sono andato da mio padre, sono stato io il campione (un risultato migliore di quello della mia squadra del cuore di baseball, i New York Yankees, che sono stati battuti in campionato dai Detroit Tigers). Ma la prossimavolta che andrò da mio padre, potrebbe essere il contrario.

La natura competitiva delle nostre sfide ed il tempo speso con mio padre rendono i miei viaggi a New York sempre stupendi.

 
Tratto da Pokerstarsblog.com
 
 
Tradotto da Marcellus88
 
Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso