javascriptNotEnabled
Home / Video /

Andre "acoimbra" Coimbra: "Come ho gestito i miei downswing" (parte 3)

Clicca qui per la seconda parte dell'articolo
 
6° downswing
I numeri che seguono sono una semplificazione della table selection che ho effettuato durante questo periodo. Solitamente indico con "-1" i top reg, con "+1" i reg forti, con "+3" i giocatori occasionali che credo abbiano qualche leak e con "+4" i giocatori con grosse leak.
 
Questo piano è solamente una bozza, da correggere man mano che continuo a giocare e ad accorgermi della reale consistenza del field (o di come i giocatori modificano il proprio gioco). Inoltre, potrebbe sembrare che il giocare Sit&Go che vadano dai $18 ai $3.5k sia una strategia troppo aggressiva, ma l'ho fatto solamente per tentare qualche shot di tanto in tanto - ovviamente selezionando i tavoli più semplici, senza che intaccassero eccessivamente il mio bankroll e continuando ad impiegare gran parte del mio tempo a studiare le differenze tra i vari livelli. In questo modo, prima o poi, qualcuno andrà sicuramente bene, e ciò mi consentirà di effettuare dei level up.
 
Riguardo l' "area rossa" del mio piano c'era quella di rimanere con un bankroll di soli $2k perché, onestamente, sembrava ovvio che non riuscissi ad essere più un giocatore vincente in questo formato. Per quanto riguarda l' "area verde", invece: sinceramente non pensavo di poter arrivare a $1m, ma perché non includere questa possibilità nel piano?
 
Non mi importava troppo della gestione del tempo, perché il mio piano, come già detto, era soltanto una bozza. All'inizio ho semplicemente previsto che avrei giocato di più durante i week-end per passare più tempo a studiare durante la settimana, ma avrei potuto cambiare questo piano in qualsiasi momento.

 
Stavo giocando principalmente dai $74 ai $357, ma sentivo di dover scendere di livello per poter provare a me stesso di essere ancora in grado di battere i mid stakes, prima di passare agli high stakes; così, ho lasciato $18k nel conto ed ho fatto level down ai $38-$181, ovvero circa la metà del buy in medio rispetto a prima.
 
In questa scelta è entrata in gioco anche la componente emotiva: ero abbastanza sicuro di poter reggere uno swing di altri $10k giocando i $181, mentre non so se avrei resistito ad uno swing di altri $40k continuando a giocare gli high stakes. L'obiettivo era quello di continuare a lavorare sul mio gioco, ed avevo paura che un altro downswing così grande potesse influire sulla mia capacità di lavorare.
 
Tornando al piano...Grazie alle vittorie dell'anno precedente, fortunatamente non avevo problemi economici, ma avevo stabilito comunque una metodologia per i cash-out, che consiglio a tutti: cashouttare una determinata percentuale di bankroll all'inizio di ogni mese, riducendo questa percentuale man mano che si sale di livello, ma stando sempre attenti ad avere un bankroll sufficiente da poter giocare il livello precedente.
 
Marcellus88
 
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso